Il 2016 l'anno della realtà virtuale

Al CES di Las Vegas riflettori su novità che faranno tendenza

Realtà virtuale, droni e vetture autonome non sono più relegati a fantascienza ma fanno capolino nella realtà e a giudicare dalla quantità di esperimenti e dalle prospettive di mercato saranno i fronti tecnologici per i quali il 2016 rappresenterà l'anno di svolta. Per il primo barometro di settore manca poco: fra due settimane la fiera dell'elettronica di consumo del CES di Las Vegas (6-9 gennaio) accenderà i riflettori su tutte le novità che faranno tendenza. Tra i comparti più caldi c'è quello della realtà virtuale. Per la CTA, l'associazione che organizza la fiera, il 2016 segnerà il decollo del mercato dei visori.

Quello che volge al termine è stato l'anno dei primi esordi - con i Gear VR di Samsung e i "low cost" Cardboard di Google - ma nella prima metà del prossimo anno arriveranno fra gli altri l'Oculus Rift di Facebook e il Vive di HTC. Quest'ultima ha da poco fatto slittare il lancio sul mercato del suo visore ad aprile 2016 promettendo "grosse novità" di cui proprio il CES sarà vetrina con l'inaugurazione di un'area dedicata esclusivamente alla realtà virtuale.

Di pari passo all'interesse di mercato cresce lo spazio per le vetture elettriche e autonome. Il CES sta diventando un salone dell'auto in miniatura grazie alla presenza di produttori del calibro di Audi, BMW, Chrysler, GM, Ford, Hyundai, Mercedes, Toyota. L'alleanza fra Google e Ford per la costruzione di auto senza guidatore è solo l'ultimo dei "rumors" che dovrebbe trovare ufficialità sul palco, mentre uno dei keynote più attesi è quello di Volkswagen che presenterà un nuovo concept di auto elettrica, il Microbus.

Attesa anche per la start up californiana Faraday Futures che per alcuni è legata nientemeno che a Apple. Al CES 2016 i droni si ritaglieranno uno spazio maggiore: le aziende in vetrina sono salite a 26 (nel 2015 erano 15 e appena 4 nel 2014). Oltre agli ultimi gadget si discuterà soprattutto di regole e sicurezza. Grossi annunci sul fronte smartphone non sono attesi, anche se Samsung potrebbe lanciare un'anticipazione sul Galaxy S7, mentre cavalcando il boom di mercato del 2015 il settore della tecnologia indossabile sarà ancora protagonista.

Lo spazio in fiera è più che triplicato rispetto all'edizione precedente e secondo CCI Insights l'industria vola verso una crescita del 64% nei prossimi 3 anni. Tra braccialetti fitness, orologi smart, gioielli e tessuti con sensori, la categoria "wearable" è in piena espansione.

L'internet delle Cose e l'intelligenza artificiale vanno a braccetto e sono un altro filone da tenere d'occhio. Entrambi saranno coniugati col tema della cybersicurezza. Infine, ma non meno importante, il sipario a Las Vegas si alzerà su televisori di ultima generazione, da sempre uno dei "cuori" pulsanti del CES. Nell'edizione 2016 saranno però anche le piattaforme streaming, per i contenuti, a ritagliarsi gli spazi maggiori. Tra i keynote più attesi ci sono infatti quelli di Netflix e YouTube.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA