Wimbledon: Serena Williams in semifinale

La campionessa Usa batte connazionale Riske in tre set

Sotto di un break nel set decisivo, sul Centrale di Wimbledon, Serena Williams cambia marcia, supera anche Alison Riske per raggiungere, per la 12/a volta, la semifinale dei Championships. Soffre più del previsto la sette volte regina dell'All England Club, opposta ad un'avversaria prossima alle nozze e mai approdata così in alto sull'erba di Church Road, una sola volta in un quarto Slam (New York, 2013). Eppure la 37enne Serena, evidentemente non ancora al meglio della condizione, ha saputo soffrire, restare in partita, fino ad imporsi in poco più di due ore (6-4, 4-6, 6-3).

"Non so dire come mi senta, di certo non ho avuto molto tempo per preparare questo torneo - le parole della più giovane Williams, favorita n.11 -. Vivo alla giornata, di partita in partita, anche se è la prima volta dall'Australia che non sento dolori. Per me è una situazione strana, perché non ho mai sofferto grossi infortuni in carriera". Nel prossimo turno la attende la 33enne ceca Narbora Strycova, che a sorpresa ha battuto la beniamina di casa Johanna Konta. Una partita a senso unico, dopo l'iniziale vantaggio dell'ultima britannica rimasta in tabellone (1-4): da lì in avanti è cominciata un altro match, che - grazie ad un parziale di undici game a tre - ha regalato alla ceca - mai oltre i quarti di finale in 52 prove dello Slam - la prima semifinale a Wimbledon (7-6, 6-1).

"Sto vivendo qualcosa di pazzesco, incredibile, non ci posso ancora credere, anche perché questo potrebbe davvero essere il mio ultimo anno nel tour", le parole di Strycova. Tre i precedenti tra le due, tutti vinti da Serena, in due set. Anche quello sull'erba di Wimbledon 2012. Solo una volta la ceca è riuscita a vincere cinque game in un set. Un pronostico - sulla carta - a senso unico.

"Non vedo l'ora di scendere in campo perché affrontare Serena qui, a Wimbledon, è un onore incredibile. Voglio godermi questo momento", l'augurio della ceca. Nella parte bassa del tabellone, vittoria come da pronostico per Simona Halep, la più bassa testa di serie rimasta in tabellone (n.7) che supera in due set la cinese Shuai Zhang, eguagliando la semifinale del 2014 (7-6, 6-1). L'ultimo ostacolo per raggiungere la terza finale Slam in carriera, la prima sull'erba londinese, si chiama Elina Svitolina: in poco più di un'ora e mezzo la favorita n.8 ha liquidato la sorpresa Karolina Muchova, la più giovane delle otto rimaste in tabellone (7-5 6-4). Meritandosi la prima semifinale Slam in carriera. Sette i precedenti, nessuno sull'erba: 4-3 il parziale a favore della ucraina, ma l'ultimo match è stato vinto da Halep, quest'anno a Doha.

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA