Doping: stop Errani, amarezza Binaghi

N.1 Federtennis, sentenza iniqua e fuori tempo

(ANSA) - ROMA, 11 GIU - "ll fatto che il Tas abbia emesso questa sentenza iniqua sei mesi dopo la data che lo stesso organo giudicante aveva annunciato rappresenta una grave violazione dei diritti dell'atleta che si è vista privata della serenità necessaria a svolgere la sua professione di tennista ormai da un anno a mezzo. Il tutto a causa dell'assunzione di una sostanza che lo stesso Tas ha valutato come involontaria.
    Sono convinto che Sara supererà questo momento difficile e la aspettiamo in campo". Così Angelo Binaghi, presidente della Federtennis, commenta la decisione del Tas che ha squalificato per 10 mesi Sara Errani, positiva al letrozolo.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA