Nba: insulti e minacce per LeBron James

Stella Cavs si è schierato contro Trump

(ANSA) - ROMA, 2 OTT - Insulti razzisti e minacce via social per LeBron James. Lo ha rivelato il proprietario dei Cleveland Cavaliers, Dan Gilbert, in un'intervista diffusa da alcuni dei principali media Usa. Il patron dei Cavs ha spiegato che la sua superstar sta ricevendo "moltissimi insulti razzisti e minacce" dopo essersi schierato a favore di Stephen Curry e contro il presidente Donald Trump dopo la decisione del cestista di Golden State di non accettare l'invito alla Casa Bianca. Trump aveva poi cancellato l'invito, visto che anche altri cestisti dei Warriors, come Kevin Durant, si erano espressi a favore del rifiuto di andare a Washington. Quanto a LeBron James, a suo tempo testimonial della campagna elettorale di Hillary Clinton, più volte ha manifestato la propria avversione nei confronti di Trump. "Ho letto delle cose assolutamente ripugnanti contro LeBron - ha detto Gilbert - e credo che attualmente negli Usa ci sia un livello di razzismo come mai prima nella nostra storia".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA