Agli Us Open, King Roger ko. Del Potro sfiderà Nadal

Federer sconfitto in 4 set: è un remake della finale 2009, perde la chance di essere numero uno nel ranking

Ha vinto Juan Martin Del Potro, ha perso non solo Roger Federer ma anche un pezzetto di storia del tennis. E sì, perché sulla semifinale tra 'King Roger' e Rafa Nadal agli Us Open - dove, per stranezza del destino, non si sono mai incontrati - speravano un po' tutti: non solo per vedere l'ennesima sfida tra i due più grandi collezionisti di Slam (34 in due e ben 51 finali), ma anche perché l'attesissimo match tra i due fuoriclasse che hanno quest'anno dettato legge (nelle loro bacheche i tre Major fin qui disputati) sarebbe valso anche il primato nel ranking.

Il mancino maiorchino la sua parte l'aveva già fatta, e alla grande, travolgendo il 19enne russo Andrey Rublev, lasciandogli la miseria di 5 games, il fuoriclasse di Basilea invece non è riuscito a coronare un 2017 straordinario. Colpa di una condizione fisica certamente non al meglio, ma merito soprattutto di un indomabile e rinato Juan Martin Del Potro che dopo il 'miracolo' contro l'austriaco Dominic Thiem è riuscito nell'impresa di bissare il successo contro l'elvetico che nel 2009 gli valse il titolo qui a Flushing Meadows.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA