Il 18 maggio Bracciali e Potito dal gup

Sono imputati a Cremona per presunte combine di incontri

(ANSA) - ROMA, 16 FEB - Comincerà il 18 maggio, davanti al gup di Cremona Letiza Platè, l'udienza preliminare per lo scandalo delle scommesse nel tennis su cui indaga il procuratore Roberto Di Martino, titolare anche dell'inchiesta sul calcioscommesse.
    Sei le persone per cui è stato chiesto il rinvio a giudizio per associazione a delinquere finalizzata alla frode sportiva: i due italiani Daniele Bracciali e Potito Starace, l'ex tennista svedese Thomas Nydahlm e quello che era il commercialista dell'ex bomber della Nazionale Beppe Signori, Manlio Bruni. Le carte del procedimento cremonese sono andate a far parte integrante dell'inchiesta avviata dalla Tennis Integrity Unit (Tui), l'organismo creato proprio per indagare sulle truffe nel tennis e che ha esteso i propri accertamenti a numerosi match di rilevanza mondiale. Nei mesi scorsi gli emissari della Tui hanno incontrato almeno due volte gli inquirenti cremonesi.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA