Tennis: San Pietroburgo, Vinci in finale

Battuta Ivanovic. Trova la svizzera Bencic

 Roberta Vinci, numero 16 del tennis mondiale, è la prima finalista a San Pietroburgo grazie alla vittoria, per 7-5 6-4, sulla serba Ana Ivanovic (20).  Domani in finale - la sua prima in un torneo Premier - la tarantina, che compirà 33 anni giovedì prossimo, affronterà Belinda Bencic. La 18enne svizzera (11, ma lunedì entrerà nella Top 10), prima testa di serie, ha battuto per 6-4, 6-3 la coetanea russa Daria Kasatkina (63).

"E' stato un match incredibile, affrontare Ana è sempre molto difficile. Sto giocando un buon tennis e sono molto felice per questa finale. Sarà dura ma proverò a conquistare il titolo", ha commentato la Vinci dopo la vittoria, la quarta in dieci sfide, contro la 28enne belgradese, che la proietta alla 15/a finale in carriera - nove i titoli conquistati - ma la prima in un torneo Premier (la categoria più importante dopo gli Slam). L'11 settembre scorso aveva raggiunto la sua prima finale in un 'major' sconfiggendo a sorpresa agli Us Open la numero 1 del mondo, la statunitense Serena Williams, campionessa uscente e che puntava al Grande Slam. In finale, un' altra pagina storica del tennis mondiale, era stata poi battuta dalla corregionale Flavia Pennetta, al primo trionfo in un 'major'. Nel primo set la Ivanovic è subito salita 3-0 ma Roberta ha rimontato: sul 5-5 ha strappato il servizio all'avversaria ed ha poi mantenuto il turno di battuta. Nella seconda frazione, break sul 3-3 per l'azzurra, più precisa e concentrata, che ha poi chiuso l'incontro al primo match point, dopo 1h18', su una risposta lunga della ex numero 1 del mondo. Unica italiana in lizza, e seconda testa di serie, nel St. Petersburg Ladies Trophy - torneo Wta Premier, con montepremi di quasi 700 mila dollari, in corso sul veloce indoor nella metropoli baltica -, la Vinci era arrivata in semifinale, la sua terza in un Premier, superando nell'ordine la belga Yanina Wickmayer e l' ungherese Timea Babos.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA