Barelli: a Tokyo speriamo di migliorarci

N.1 Fin alla festa delle spedizione azzurra agli ultimi Mondiali

(ANSA) - ROMA, 11 SET - "Cosa promettiamo per Tokyo 2020? Niente, la differenza tra medaglia e quarto posto è nulla, ci sono campioni da tutti i continenti e paesi del mondo. È sempre difficile primeggiare, speriamo che i nostri atleti vadano alle Olimpiadi e si migliorino, poi tutto quello che ottengono è merito loro". È il buon proposito del presidente della Fin, Paolo Barelli, a margine di '#Meravigliosi', la festa che si sta svolgendo a Roma in onore della spedizione azzurra agli ultimi mondiali di nuoto. "La nostra grande soddisfazione - ha aggiunto Barelli - è che con tutte le criticità che soffre il nostro paese, c'è un grande spirito di emulazione e alle Pellegrini si avvicinano le pilato e tante altre giovani. Siamo molto soddisfatti del lavoro svolto. Il segreto? Tanti tecnici bravi in Italia che si sono evoluti sempre di più e che oggi sono un punto di riferimento per il nuoto internazionale".
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA