• MotoGp: a Sachsenring vince Marquez, ottavo Rossi. El cabroncito verso titolo. RIASSUNTO DELLA GARA

MotoGp: a Sachsenring vince Marquez, ottavo Rossi. El cabroncito verso titolo. RIASSUNTO DELLA GARA

Il pilota Honda ha indovinato il momento del cambio gomme ed ha preceduto il britannico Cal Crutchlow

El cabroncito allunga in classifica avvicinandosi al titolo. Per lui potrebbe essere l'anno giusto. Lo spagnolo Marc Marquez ha vinto il Gran premio della Germania nella MotoGp, sul circuito del Sachsenring. Il pilota Honda, già leader del mondiale ha indovinato il momento del cambio gomme ed ha preceduto il britannico Cal Crutchlow (LCR Honda) e la Ducati di Andrea Dovizioso. Indietro le Yamaha ufficiali: ottavo Valentino Rossi, quindicesimo Jorge Lorenzo.

Con una perfetta scelta di strategia, Marquez ha indovinato il momento migliore in cui cambiare le gomme, mentre la pista del Sachsenring cominciava ad asciugarsi. Lo spagnolo ha montato le slick al 18/o giro, mentre era nono, ed ha così recuperato rapidamente terreno su chi gli era davanti. Tattica invece sbagliata da Rossi che, nonostante i richiami del box, ha tardato troppo il cambio moto. Quando si è corso metà mondiale Marquez allunga sugli inseguitori nella classifica piloti: con 170 punti stacca Lorenzo di 48 e Rossi di 59.

IL CANALE YOUTUBE DELLA MOTOGP

I primi dieci nella classifica iridata della MotoGp:
MARC MARQUEZ-Honda punti 170
JORGE LORENZO-Yamaha 122 (-48)
VALENTINO ROSSI-Yamaha 111 (-59)
DANIEL PEDROSA-Honda 96 (-74)
MAVERICK VINALES-Suzuki 83 (-87)
POL ESPARGARO-Yamaha 72 (-98)
HECTOR BARBERA-Ducati 65 (-105)
ANDREA IANNONE-Ducati 63 (-107)
ANDREA DOVIZIOSO-Ducati 59 (-111)
EUGENE LAVERTY Ducati 53 (-117)

Classifica costruttori:
YAMAHA punti 178
HONDA 160
DUCATI 108
SUZUKI 85
APRILIA 45 

IL RIASSUNTO DELLA GARA

14:45 La strategia di Rossi rivela il fallimento, ne ha giovato solo chi ha montato le slick. Il pilota marchigiano perde un'altra posizione a favore di Pedrosa.

14:42 Marquez recupera mezzo minuto su tutti: da undicesimo si trova primo, con 21 secondi di vantaggio su Redding, sesto Rossi.

14:34 Marquez va al cambio gomme e monta le slick d'asciutto. Sta recuperando diversi secondi a giro.

14:25 In alcuni tratti la pista è quasi asciutta, si cominciano a preparare le intermedie ai box e la gara potrebbe cambiare. Ai box cominciano le decisioni importanti per la scelta delle gomme.

14:19 La pista cominciad asciugarsi.

14:05 Partenza sprint per le Ducati. Dovizioso supera Petrucci, Rossi terzo davanti a Marquez e Miller, decimo Lorenzo.

14:00 Alla partenza pioviggina, si parte sulla pista bagnata. Rossi a supera subito Marquez, sorpassato anche da Dovizioso.

MotoGP 2016: calendario e vincitori
20/03 - GP Qatar (Losail) - Lorenzo
03/04 - GP Argentina (Termas de Río Hondo) -Marquez
10/04 - GP Americas (COTA) - Marquez
24/04 - GP Spagna (Jerez) - Rossi
08/05 - GP Francia (Le Mans) - Lorenzo
22/05 - GP Italia (Mugello) - Lorenzo
05/06 - GP Catalunya (Barcelona) - Rossi
26/06 - GP Olanda | (Assen) - Miller
17/07 - GP Germania (Sachsenring) - Marquez
14/08 - GP Austria (Red Bull Ring) 
21/08 - GP Republica Ceca (Brno)
04/09 - GP Gran Bretagna (Silverstone)
11/09 - GP San Marino (Misano)
25/09 - GP Aragon (MotorLand Aragon)
16/10 - GP Giappone (Motegi)
23/10 - GP Australia (Phillip Island)
30/10 - GP Malesia (Sepang)
13/11 - GP Valencia (Ricardo Tormo)

 

In Moto2 vince Zarco e stacca Rinz, caduto
In Moto2 a farla da padrone è invece il francese Johann Zarco, vincitore della gara. Secondo il tedesco Jonas Folger, terzo lo spagnolo Julian Simon. Anche la Moto2 ha visto numerose cadute causa pista bagnata. A pochi giri dal termine, mentre era in lotta per il podio, è scivolato sull'asfalto anche lo spagnolo Alex Rins, perdendo la testa della classifica piloti a favore di Zarco, che ora lo precede di 25 punti. Primo degli italiani Mattia Pasini, quarto.

Locatelli e Bastianini sul podio in Moto3
Due italiani sul podio in Moto3, ma la vittoria va al malese Khairui Pawi (Honda) che ha dominato la gara, disputata sotto una pioggia incessante e caratterizzata da numerose cadute, nessuna con conseguenze gravi per i piloti. Secondo e terzo due italiani: Andrea Locatelli (KTM, primo podio in carriera, staccato di oltre 11" dal primo) ed Enea Bastianini.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA