• Marco Simoncelli, la rabbia del padre: "Lo vidi passare e 5" dopo era morto". Misano prepara Sic Day il 5 e 6 dicembre

Marco Simoncelli, la rabbia del padre: "Lo vidi passare e 5" dopo era morto". Misano prepara Sic Day il 5 e 6 dicembre

Quattro anni dopo Paolo ricorda l'incidente fatale di Sepang

Rimorsi, rabbia, fatalità e passione si intrecciano nel racconto di Paolo Simoncelli, il padre di Marco per tutti Sic, il pilota morto in un incidente motociclistico quattro anni fa, il 23 ottobre 2011, sul circuito motociclistico di Sepang, in Malesia. "L'ho visto passare, ero alla curva precedente e cinque secondi dopo era morto - racconta il padre di Marco che era anche il suo manager - quando ho visto il casco rotolare ho sperato egoisticamente che fosse un altro".

Domenico Iannacone, nella nuova puntata de 'I dieci comandamenti' ha incontrato Paolo Simoncelli dando vita ad un viaggio intimo dal titolo "Padri e figli". 

A Coriano, vicino a Riccione, dove vive la famiglia Simoncelli, e dove è stato aperto un museo in onore del giovane pilota, il pellegrinaggio dei tifosi e di chi lo ha conosciuto e amato dopo la morte è continuo.

La sua storia anche a distanza di quattro anni dall'incidente, continua a commuovere milioni di persone. Intanto sono in arrivo novità importanti per l'edizione 2015 del Sic Day, che quest'anno andrà in scena a Misano il 5 e 6 dicembre. L'obiettivo dell'organizzazione è quello di aggiungere alla già prevista esibizione di Flat Track, quella di kart e rally.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA