Ferrari, Vettel: "Nuova SF16-H è più potente, sarà grandioso"

Raikkonen: "La vettura è fantastica, avremo una grande stagione"

Vincendo tre gare ha dimostrato di poter mettere paura alle Mercedes. Nel 2016 Sebastian Vettel, alla sua seconda stagione in Ferrari, va a caccia della consacrazione. Su di lui scommette Maranello per provare a riportare il Mondiale in Italia, obiettivo ambizioso ma che non viene negato dal team principal Maurizio Arrivabene durante il lancio della La nuova SF16-H , la monoposto bianca e rossa su cui il team ripone tante speranze. 


Il pilota tedesco sa di avere un ruolo di punta: "Nella scorsa stagione c'è stato un periodo difficile, c'erano aspettative e difficoltà, è innegabile. Ma questa stagione deve essere grandiosa, sarà più potente rispetto allo scorso anno", dice durante la presentazione online della macchina. Il desiderio è quello di fare meglio, "uno step in più", per continuare a crescere. E, in attesa di capire quanto varrà la vettura, che già lunedì assaggerà la pista nei pretest di Barcellona, Vettel scherza con i super-poteri che vorrebbe avere, imbeccato dalla domanda di un tifoso: "Vorrei vincere tutte le gare, andare più forte di tutti. Questo sarebbe il mio super-potere". Se lo scorso anno l'obiettivo di tre vittorie è stato prima fissato e poi raggiunto, "quest'anno dobbiamo spingere un po' di più. Cercare di lottare fino alla fine per vincere il Mondiale", gli fa eco il capo della gestione sportiva, Arrivabene, che subito avverte: "Non sarà un compito facile, i competitor non sono stati fermi". 

TUTTE LE FOTO

Poi, anche se nessuno parla di gerarchie, c'è il 'secondo pilota', Kimi Raikkonen, che nel 2007 fu l'ultimo a regalare un titolo mondiale a Maranello e che è arrivato alla sua sesta presentazione di una nuova monoposto in Rosso. "Per me stesso voglio fare un grande lavoro - ha detto il finlandese - e fare grandi corse e gare, e posizionarmi bene nel Mondiale. Non voglio focalizzarmi sul singolo lap soltanto, ma partire dai pre-test e proseguire un brillante lavoro durante il campionato". La chiave, per Iceman, è nel lavoro di squadra: "Non credo che il mio stile di guida sia cambiato, Moltissimo dal punto di vista della squadra. Maurizio ha portato le giuste modifiche per far partire la stagione nel migliore dei modi. Con Seb abbiamo un'ottima intesa"

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA