Doping: ciclismo, Petacchi inibito 2 anni

Ex corridore risulta coinvolto nell'operazione Aderlass

L'Unione Ciclistica Internazionale ha inibito per due anni l'ex ciclista azzurro Alessandro Petacchi, per violazioni alla normativa antidoping commesse negli anni 2012 e 2013 (uso di metodi o sostanze proibite), sulla base di informazioni ricevute dalle autorità austriache. E' stata la stessa Federazione mondiale a rendere nota la decisione con un comunicato apparso sul proprio sito ufficiale. Petacchi, ritiratosi nel 2015 e fino a maggio scorso opinionista Rai, era stato coinvolto, così come altri corridori, nell'operazione Aderlass, scattata in seguito alle accuse di trasfusioni del sangue da parte di alcuni atleti. Il periodo di squalifica per Petacchi, che oggi ha 45 anni, si concluderà il 14 maggio 2021.
    Il caso è stato risolto, accettando le conseguenze dal Codice mondiale antidoping e dalle norme antidoping dell'UCI. La decisione può essere oggetto di appello da parte dell' Organizzazione nazionale antidoping competente e della Wada.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA