Roma 2024: Malagò, progetto trasparente

Il presidente del Coni, il referendum non sarebbe un problema

"La città di Roma si è già espressa sulla candidatura con una maggioranza dell'85%, con un voto unanime della Giunta e con l'approvazione dell'Assemblea capitolina. Io non sono né a favore, né contro il referendum; se ci sarà, non sarà un problema: abbiamo sondaggi con numeri molto chiari". Lo dice il presidente del Coni Giovanni Malagò parlando dell'ipotesi di referendum su Roma 2024 e facendo riferimento alla recente indagine Ipsos che rileva come tre quarti degli italiani siano a favore della candidatura.

Candidatura che ieri ha vissuto un passaggio importante con l'incontro a Losanna tra il presidente del Cio Thomas Bach, il premier Matteo Renzi e i vertici del Coni e del Comitato promotore di Roma 2024. "Le premesse del progetto olimpico - rileva Malagò - sono completamente diverse dal passato: Bach dice no al gigantismo e invita le candidate a proporre un'Olimpiade sostenibile e low cost. Salvaguarderemo la città da rischi giocando a carte scoperte, con il desiderio e il dovere di essere trasparenti".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA