Stadio a Milano, c'è idea mantenimento del Meazza

L'ad dell'Inter Antonello: 'Obiettivo club lavorare su ipotesi, bisogna attenersi a delibera'

"L'indicazione che abbiamo avuto è che comunque c'è un'idea di mantenimento della superficie di San Siro sui diversi scenari. L'obiettivo è quello ora di lavorare su queste varie ipotesi". Lo ha detto l'ad dell'Inter Alessandro Antonello, al termine dell'incontro con Milan e Comune sul tema San Siro.

"È stato un incontro utile", ha proseguito Antonello. "Ancora una volta i club si sono resi disponibili a proporre idee sul mantenimento di San Siro e a lavorare, come sempre fatto. Il punto di discussione era capire l'ingombro di San Siro come può essere reso compatibile con l'esistenza di un altro stadio a poche centinaia di metri. Oggi c'è una delibera e ci si deve attenere alla delibera che è stata emanata", ha concluso l'ad dell'Inter.

"Innovativa": cosi' Paolo Scaroni definisce l'idea di due stadi vicini - il vecchio Meazza e il nuovo impianto al quale lavorano Milan e Inter - emersa nell'incontro tra i due club e il Comune di Milano. Mantenere due stadi è "un'ipotesi un po', detta in termini positivi, innovativa, perché non si sono mai visti due stadi uno a cento metri dall'altro". "Quando dico innovativa - ha aggiunto il presidente del Milan - intendo dire, e parlo con beneficio d'inventario, che uno dovrebbe spiegarmi in quale paese al mondo nella stessa area ci sono due stadi, uno vecchio e uno nuovo, uno accanto all'altro. Francamente non mi ricordo di averlo mai visto", ha concluso.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA