Calcio donne:Bertolini,non previsto professionismo,inaccettabile

Ct Italia: Orlandi ha dovuto dare l'addio

(ANSA) - ROMA, 02 DIC - "C'è una legge dello stato che non prevede il professionismo per le donne, lo prevede solo per gli uomini. Questa è una discriminazione". Così il commissario tecnico della nazionale femminile di calcio Milena Bertolini ai microfoni di Rai Radio2.
    "Credo che sia una ingiustizia incredibile e che non possiamo più accettare un discorso del genere - aggiunge la ct azzurra - Mi auguro che questo professionismo arrivi al più presto, è stato presentato un emendamento alla legge di stabilità dove si chiede questo". Sul caso di Giulia Orlandi, capitano del Florentia. "Dico solo questo: è stata il capitano della Fiorentina che ha vinto il primo e unico scudetto, ieri ha dovuto dare l'addio al calcio perché ha dovuto scegliere tra lavoro e il calcio. Una giocatrice di Serie A. Cosa che non potrebbe mai succedere nel calcio maschile, allora è arrivato il momento di dire basta a queste discriminazioni perché la politica si deve assolutamente interessare di questo perché non è possibile che le ragazze e le donne nel nostro paese non abbiano diritti enon abbiano tutele come i ragazzi". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA