Mancini: 'Balo? Chiamo per merito, non per il colore della pelle'

Il ct non ottempera alla 'richiesta' di Gravina: 'Conosco bene Mario'

''Chiamerò Balotelli perché sta facendo bene e lo merita, non per il colore della pelle''. Così Roberto Mancini ha risposto sulla mancata convocazione dell'attaccante del Brescia protagonista di un gesto di reazione a slogan razzisti da parte di un gruppo di tifosi del Verona. A rilanciare la candidatura di Balotelli in azzurro come gesto simbolico era stato il presidente Figc, Gabriele Gravina. ''Ricordo che io fatto giocare Mario quando era un ragazzino quindi lo conosco a fondo e gli voglio bene", ha ribadito il ct.

"Se sarà richiamato - ha anche detto Mancini, parlando di Balotelli - sarà per questioni puramente tecniche: siamo nel 2020 ma si continua a fare considerazioni sul colore della pelle. Eppure lo sport deve sempre unire''.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA