Pioli verso il Milan, Spalletti non può perché legato all'Inter

Nodi contrattuali per il toscano, si va verso un traghettatore

Si complicano i piani del Milan per sostituire Marco Giampaolo, destinato all'esonero. Dopo aver convinto Luciano Spalletti con un progetto di due o tre anni, i dirigenti rossoneri dovranno molto probabilmente rivedere i propri piani per le difficoltà contrattuali fra l'allenatore e l'Inter, a cui è legato fino al 2021 da un contratto da 5.5 milioni di euro. La svolta non ha del tutto sorpreso i vertici di Casa Milan, che però ora avrebbero due opzioni residue, di calibro diverso rispetto alla prima scelta: si tratta di Stefano Pioli e di un tecnico straniero, probabilmente il francese Rudi Garcia o lo spagnolo Marcelino, esonerato un mese fa dal Valencia per contrasti con il presidente.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA