CR7: "Chissà cosa mi accadrà fra uno-due anni..."

Portoghese e l'addio al calcio: 'Non mi piace essere il n.2'

"Negli ultimi cinque anni ho iniziato il processo che mi vedrà fuori dal calcio. Chi sa cosa accadrà tra un anno o due?". E' un Cristiano Ronaldo misterioso quello che parla del proprio futuro raccontandosi in una lunga intervista a SportBible. Il campione portoghese sembra aprire all'ipotesi di un ritiro, neppure troppo lontano, anche se poi precisa: "Adoro ancora il calcio, amo intrattenere i tifosi e coloro che amano Cristiano Ronaldo. La pressione è ciò che ti motiva, il segreto è saperla gestire".Pressione e competitività, la voglia di essere il n.1 in tutti i campi, che si tratti di calcio o di imprenditoria: "Non sono ossessionato dall' allenamento, sono ossessionato dal successo, che è completamente diverso - osserva - Sono un competitivo, non mi piace essere il numero due o il numero tre, voglio sempre essere il migliore. Al di fuori del calcio non lo sono ancora, ma con il pallone ci sono voluti anni di duro lavoro, dedizione e passione per raggiungere questo livello".
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie