Premier: Liverpool show, 4-1 al Norwich

Autorete ospiti in apertura, Salah e Origi subito a segno

Buona la prima per il Liverpool campione d'Europa all'apertura della nuova stagione di Premier League. La squadra di Juergen Klopp, reduce dalla sconfitta ai rigori con la bestia nera Manchester City nella Community Shield, ha travolto in casa il neopromosso Norwich, battuto 4-1 e annichilito nel gioco e nel ritmo, specie nel primo tempo. Unica nota negativa per i Reds, l'infortunio, da valutare, del portiere Alisson, costretto ad uscire prima dell'intervallo, mentre l'esordio della Var nel campionato inglese è passato inavvertito.

Klopp ha schierato la stessa formazione che aveva affrontato il City, con Origi nella posizione che di solito è di Manè, lasciato in panchina e fatto 'esordire' solo nel finale di gara per ritrovare la condizione ideale. Contro un Liverpool che gioca a memoria, una squadra di quasi tutti esordienti nella massima serie inglese come il Norwich non poteva avere sorte diversa ad Anfield Road, subito scossa dall'impatto con il pubblico, che più forte del solito ha intonato l'inno "You'll Never Walk Alone" prima del fischio d'inizio.

La superiorità schiacciante dei Reds, piazzatosi dai primi minuti nella metà campo avversaria, è stata ingigantita dalla sfortunata autorete al 7' dello scozzese Grant Hanley, il solo con precedenti in Premier tra i suoi. Salah al 19' dopo una triangolazione con Firmino, Virgil van Dijk al 28' di testa su calcio d'angolo e Origi al 42' ancora di testa hanno messo al sicuro il risultato per i detentori della Champions. Nella ripresa, sfiorato più volte il 5-0, il Liverpool ha calato il ritmo, lasciando qualche spazio agli avversari. Così al 18' Leitner ha colpito la traversa e 1' dopo il nazionale finlandese Teemu Pukki, capocannoniere in Championship nella scorsa stagione con 29 centri, ha reso meno umiliante il punteggio per i suoi. Il Liverpool, riprese le redini del gioco, non le ha più lasciate ma senza più scatenare la devastante efficacia dei primi 45'. Passato in scioltezza il primo ostacolo, il Liverpool è apparso più che pronto per affrontare il Chelsea nella Supercoppa europea, mercoledì prossimo. Il sogno di tutti, però, è la vittoria nel campionato d'Inghilterra, che manca dal 1990. La scorsa stagione non bastò una valanga di punti e di gol per riuscirci, stavolta l'obiettivo è fare comunque meglio.

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA