'Congresso fate qualcosa su armi', Bedoya non punito

Grido capitano Philadelphia dopo gol,Mls decide di non procedere

 La Major League Soccer (Mls), lega calcistica nordamericana, ha diffuso un comunicato per rendere noto che non prenderà provvedimenti nei confronti del capitano del Philadelphia Union, Alejandro Bedoya, nonostante questi abbia espresso in campo opinioni che potrebbero essere considerate di tipo politico. "Non verrà né squalificato né multato", è precisato nella nota. Bedoya domenica scorsa, dopo aver segnato contro il DC United, per esprimere il proprio dolore per la stragi di Dayton e di El Paso aveva urlato "Hey, Congresso! Fate qualcosa ora! Ponete fine alla violenza delle armi. Andiamo!" in uno dei microfoni situati a bordo campo. Poi Bedoya, non nuovo ad iniziative per la limitazione al diritto di acquistare e possedere armi, nel dopopartita aveva rincarato la dose. "Non posso accettare che queste cose accadano di nuovo - aveva detto -, e non resterò zitto davanti a queste violenze.
    Prima di essere un calciatore, sono un essere umano e sono un padre. Bisogna fare qualcosa. Siamo diventati insensibili".
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA