Mondiali calcio femminile, 2-1 all'Australia, l'Italia vince al suo esordio in Francia

Azzurre battono in rimonta le favorite del torneo. Bertolini con tricolore: 'Ci porterà fortuna'

L'Italia sogna al Mondiale. Stavolta non c'entrano gli eroi quotidiani del calcio, ma le ragazze allenate da Milena Bertolini, divenute partita dopo partita protagoniste di prima fila di uno sport che non ci sta più ad esser considerato figlio - anzi figlia - di un dio minore. Il gol di Barbara Bonansea, bomber della Juve campione d'Italia, al 95' fa esplodere di gioia la nazionale e regala all'Italdonne la vittoria all'esordio del Mondiale femminile, dove l'azzurro è tornato dopo 20 anni, e in concomitanza con la debacle degli azzurri. Due a uno il risultato finale sull'Australia - una delle potenze mondiali del calcio femminile - e per il gioco delle qualificazioni anche una serie ipoteca sul passaggio del turno. Finisce con le ragazze azzurre che festeggiano al centro del campo con una danza per metà di gioia e per metà propriziatoria e la ct Milena Bertolini - abilissima a cambiare l'assetto nel secondo tempo per rimontare lo svantaggio - avvolta nel tricolore della sua Reggio Emilia, il primo d'Italia che "ci porterà fortuna". La partita, cominciata benino, si era però presto messa male. Si gioca allo Stade de Hainault di Valenciennes. Le due formazioni non si sono mai affrontate in tornei ufficiali. Italia subito all'attacco, soprattutto sulla fascia destra dove l'Australia appare più debole in copertura. All'8' la prima emozione, con una bella imbucata di Bonansea, su assist di Giugliano.    

 

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA