Folau chiede risarcimento milionario

Stella australiana rugby era stato licenziato per offese a gay

(ANSA) - SYDNEY, 7 GIU – Chiede un risarcimento di 10 milioni di dollari australiani (6,2 milioni di euro) la stella del rugby australiano e devoto di una chiesa evangelica Israel Folau, il cui contratto multimilionario è stato terminato da Rugby Australia in seguito ai suoi post anti-gay sui social media.
    "Ubriaconi, omosessuali, adulteri, bugiardi, fornicatori, ladri, atei, idolatri: l'inferno vi sta aspettando. Pentitevi! Soltanto Gesù può salvarvi", aveva scritto citando la Bibbia. In febbraio il rugbista aveva firmato un’estensione del contratto fino al 2022. Nella sua azione legale, Folau sostiene che la rescissione del contratto, che gli costerà "i migliori anni" della carriera sportiva, è in violazione della legge sull'equità nel lavoro detta Fair Work Act, nella clausola secondo cui è illegale metter fine a un rapporto di impiego per motivi di religione.
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA