Petkovic, politica stia fuori da sport

'Quando uno segna sente emozioni, ma concentriamoci sul calcio'

(ANSA) - ROMA, 22 GIU - "E' chiaro che nel momento del gol un calciatore sente emozioni particolari. Però credo che tutti noi dobbiamo lasciare fuori la politica dal calcio". Così, nel dopopartita di Serbia-Svizzera, il ct elvetico Vladimir Petkovic, bosniaco di origini croate naturalizzato svizzero, risponde alla domanda sui gesti di esultanza di Xhaka e Shaqiri, e il loro gesto dell'aquila. In passato Petkovic ha fatto anche il volontario alla Caritas, ma ora si dedica al 100% al calcio e dice che "bisogna concentrarsi sul football, una cosa, e una passione, che unisce le persone. Ed è importante mostrare rispetto".
    Così invece, sullo stesso argomento, il ct della Serbia Mladen Krstajic: "non ho commenti da fare, io sono un uomo di sport e non faccio caso a certe cose. Sono sempre stato così, e continuerò ad esserlo".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA