Diritti tv: offerte sotto minimo 1.1 mld, ora rilanci

Lega concede 90 minuti a operatori per proposte migliorative

 Si apre una fase di rilanci immediati, della durata di un'ora e mezza, la partita sui diritti tv della Serie A. Valutate le offerte ricevute da Sky, Mediaset e Perform, l'assemblea di Lega, come previsto dal bando nel caso di proposte inferiori al prezzo minimo complessivo di 1.1 miliardi di euro, ha deciso di sospendere il lavori e aprire la nuova fase con gli stessi tre operatori, per ottenere offerte migliorative. Le trattative saranno gestite dal presidente della Lega Serie A, Gaetano Miccichè, assieme ai presidenti di alcuni club. Si svolgeranno dalle 15 alle 16.30, negli uffici della Lega e non, come era inizialmente previsto, nello studio milanese dell'avvocato Alberto Toffoletto. L'assemblea riprenderà alle 16.30 e procederà, se del caso, all'assegnazione, totale o parziale dei tre pacchetti: uno con quotazione minima di 452 milioni con 3 partite a giornata (sabato alle 18, domenica alle 15 e 20.30); uno da 408 milioni con 4 match (sabato alle 15, domenica alle 15 e 18, e il 'monday night'); e quello da 240 milioni con 3 gare (sabato alle 20.30, domenica alle 12.30 e 15).

   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA