Abramovich non vuole vendere il Chelsea

Rifiutata l'offerta del milionario inglese Ratcliffe

Roman Abramovich non ha intenzione di vendere il Chelsea, nonostante la ricca offerta di acquisto che gli ha presentato un ricco milionario inglese, Jim Ratcliffe.
    Secondo i media britannici, in seguito al mancato rinnovo del permesso di soggiorno da parte delle autorità britanniche, Abramovich avrebbe deciso di disimpegnare i suoi investimenti nel Regno Unito. E tra questi anche il Chelsea, con il congelamento immediato del piano di ristrutturazione e ampliamento, previsto da tempo, dello Stamford Bridge. Da qui l'interessamento da parte di Ratcliffe, considerato l'uomo più ricco del Regno Unito, a campo del gigante della petrolchimica Ineos. Secondo la stampa locale il magnate inglese, da sempre abbonato al Chelsea, avrebbe presentato una offerta di acquisto pari a oltre 2,2 miliardi di euro. Ricevendo però - è notizia di oggi - un secco no da parte dei rappresentanti di Abramovich, che hanno fatto trapelare sui media la ferma volontà del milionario russo a non vendere il Chelsea.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA