Figc: Petrucci, serve commissario Coni

Ex n.1 comitato olimpico, non credo a soluzione esterna a sport

(ANSA) - ROMA, 30 GEN - "In un momento come questo solo una figura eminente del Coni, come Giovanni Malagò o Roberto Fabbricini, può mettere le mani in una situazione così delicata e complessa come quella del calcio italiano". Così il presidente Federbasket, Gianni Petrucci, che da n.1 Coni svolse il ruolo di commissario straordinario della Figc nel 2000-2001. "Per quell'incarico serve una persona con grande esperienza sportiva, piuttosto che un esterno", ha detto a Sky Sport. "E' vero che Malagò tra poco partirà per le Olimpiadi di PyeongChang, ma potrebbe comunque gestire tutto via telefono ed appoggiarsi ad un paio di vice commissari operativi - ha aggiunto Petrucci -.
    Il presidente del Coni ha grande esperienza, ha lavorato a lungo nel mondo dello sport e ha modo di fare le giuste valutazioni.
    Io non sono poi d'accordo con chi dice che è tutto da buttare, bisogna fare le giuste valutazioni. C'è anche la seria questione del commissariamento della Lega di serie A. Quindi servono scelte rapide e 'cum grano salis'.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA