Come funziona la Nations League

Portogallo e Polonia nel girone degli Azzurri

Non ci sara' Cristiano Ronaldo nel Portogallo che il 10 settembre affrontera' l'Italia a Lisbona, nella prima partita dei lusitani nella Nations League. Il ct Fernando Santos ha annunciato una lista di 24 convocati per l'amichevole con la Croazia e la sfida con gli Azzurri nella quale non figura l'attaccante della Juve. "Ho parlato con lui - ha spiegato - e abbiamo concluso che in considerazione del processo di adattamento a Torino e alla nuova squadra non sia con noi in questa 'finestra' di nazionale".

L'Italia affronterà Portogallo e Polonia nel girone 3 della serie A della Nations League, nuova competizione per nazionali organizzata dall'Uefa. Questo l'esito del sorteggio svoltosi oggi a Losanna. Le partite (andata e ritorno) si disputeranno da settembre a novembre. La manifestazione al via il 6 settembre vedrà ai nastri di partenza le 55 nazionali europee affiliate Uefa. Gli Azzurri parteciperanno alla Lega A, quella che comprende le nazionali con il ranking più alto: la formula del torneo prevede gare di andata e ritorno, con la vincente del girone che si qualificherà per la fase finale della competizione in programma nel giugno 2019, mentre l'ultima classificata retrocederà nella Lega B. L'Italia è attesa quindi da quattro sfide contro due delle miglior nazionali d'Europa. Sono 25 i precedenti con il Portogallo, con un bilancio di 18 vittorie, 2 pareggi e 5 sconfitte. Gli Azzurri sono in vantaggio anche negli scontri diretti con la Polonia: 5 successi, 6 pareggi e 3 sconfitte.

La prima gara ufficiale dell'Italia nel 2018 sara' contro la Polonia venerdi' 7 settembre alle ore 20,45, in casa, nell'ambito della neonata Nations League. Inserita nel gruppo 3 della serie A insieme anche al Portogallo, l'Italia disputera' altre tre gare nel 2018: gli azzurri si recheranno in Portogallo lunedi' 10 settembre (20,45), quindi andranno in Polonia domenica 14 ottobre (20,45) e finiranno ospitando il Portogallo sabato 17 novembre, sempre alle ore 20,45.  

Come funziona la Nantions League - La nuova competizione ideata dall'Uefa offrie anche quattro posti per la fase finale dell'Europeo 2020. L'Italia giochera' quattro partite (andata e ritorno) fra settembre e novembre. Se finisce al primo posto del proprio girone, si qualifichera' per la fase finale della competizione, una "final four" con le vincenti degli altri tre gironi in programma a giugno 2019.

In caso di secondo posto, l'avventura si arresta a novembre, come se termina ultima, con "l'aggravante" che verra' retrocessa in seconda divisione per l'edizione successiva della Nations League. Sempre, tuttavia,con la possibilita' di partecipare ad un ripescaggio per accedere all'Europeo 2020. Infatti, per la Nations League, che occupera' alcune date abitualmente riservate alle gare amichevoli, l'Uefa ha diviso l'insieme dei suoi membri in quattro divisioni, con un sistema di promozioni e retrocessioni. Ma fornira' anche la possibilita' ad una nazionale per ogni divisione di venire ''ripescata'' per la fase finale dell'Europeo 2020, qualora non vi accedesse tramite le qualificazioni classiche. Queste si svolgeranno da marzo a novembre 2019, con dieci gironi da cinque o sei formazioni. Le due prime di ogni gruppo andranno direttamente all'Europeo 2020, che si disputera' in dodici paesi (gara inaugurale a Roma, finale a' Londra).

Resteranno quindi a disposizione quattro posti, che verranno attribuiti a marzo 2020 tramite i play-off della Nations League. Per questi "ripescaggi" le quattro migliori squadre di ogni divisione che non si sono qualificate per l'Europeo, disputeranno semifinali e finali per un posto in ogni categoria. Nel caso in cui una divisione non riempisse la propria quota (per esempio, 10 delle 12 formazioni delle divisione A sono gia' ammesse all'Europeo), questa verrebbe completata con le migliori formazioni della divisione inferiore. E cosi' a scalare.

Con questo sistema, viene garantita la partecipazione a Euro 2020 di almeno una squadra di ogni divisione, anche la D. Ossia una fra Azerbaidgian, Macedonia, Bielorussia, Georgia, Armenia, Lettonia, Far Oer, Lussemburgo, Kazakistan, Moldavia, Liechtenstein, Malta, Andorra, Kosovo, San Marino o Gibraltar.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA