Tripletta Quagliarella: 'amo troppo giocare'

"Che emozione cori a mio gol, Samp deve lottare per l'Europa"

Una tripletta che vale tre punti e soprattutto nuovo record personale con già 15 reti segnate. Per Fabio Quagliarella, 35 anni tra dieci giorni, quella di oggi è una domenica da ricordare a lungo. "E' stata una giornata indimenticabile, vincere contro la Fiorentina che in questo momento è una diretta concorrente non è facile, farlo con tre miei gol e anche superare il mio record. Una giornata meravigliosa".

Ma Quagliarella più che alla sua prestazione pensa alla vittoria della Samp. "Un successo importantissimo perché fa capire che comunque siamo tornati - ha spiegato -. Ci voleva una vittoria così ma adesso non si può godere più di tanto perché tra ci aspetta la Roma". Il successo di oggi conferma la Sampdoria in lotta per l'Europa.

"Ormai siamo lì e è giusto provarci sino alla fine. Poi alla fine vedremo dove saremo arrivati, ora è giusto tirare e che tutti ci inseguano". I complimenti arrivano anche da Marco Giampaolo, che nell'elogiare la squadra per la vittoria ha avuto parole speciali per l'attaccante: "Ha una condizione invidiabile: a 35 anni corre come un ragazzino di 20, questo è un aspetto che da valore alle sue prestazioni".

Parte del merito della tripletta è di Ramirez, con i suo assist: "Sono figli della qualità del giocatore - ha detto Giampaolo -. Ramirez è in crescendo, lo era già prima della pausa. Ma sono contento di tutti perché ho visto la Samp alla quale eravamo abituati. Avevo chiesto di essere leggera, di giocare per divertirsi e divertire".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA