Europa League: Lazio Vitesse 1-1, doppietta Balotelli a Nizza

Vantaggio olandese, pareggia Luis Alberto con uno splendido gol

La Lazio, già sicura dei sedicesimi, pareggia contro il Vitesse (RISULTATI E CLASSIFICHE), nella quinta partita della fase a gironi dell'Europa League. La squadra di Simone Inzaghi, reduce dalla sconfitta nel derby contro la Roma, ha pure rischiato il secondo tracollo consecutivo, quando al 13' Linssen ha portato in vantaggio gli olandesi, su un assist di Mount. Molto bello il gol del vantaggio, addirittura formidabile la rete del pareggio realizzata da Luis Alberto al 42', con una conclusione al volo su cross da destra a sinistra di Basta. Prima nel Gruppo K, con un largo margine di vantaggio, la formazione biancoceleste è scesa in campo con uno schieramento imbottito di ragazzi della Primavera e qualche elemento - come Nani - ancora alla ricerca di un posto fisso fra i titolari. (LE PAGELLE)

La Lazio non ha premuto più di tanto sull'acceleratore, badando più che altro a non prenderle e alla fine - fra le due compagini in campo - sono stati gli olandesi a cercare con maggiore convinzione la vittoria, anche per coltivare ancora una qualche speranza di approdare ai sedicesimi di finale. Ma non c'è stato nulla da fare, perché il Nizza ha vinto contro i belgi del Waregem, grazie a una doppietta di Balotelli, conquistando la qualificazione. In un Olimpico semideserto, nell'atmosfera ovattata della serata romana, poco altro da segnare, se non l'infortunio muscolare di Nani, costretto a uscire dal campo 9' della ripresa (gli accertamenti valuteranno l'entità del danno subito) e l'esordio assoluto di Miceli, classe 1999, subentrato a Basta a soli 4' dal 90'. L'altro esordiente della serata, Palombi, è invece stato messo in campo da Inzaghi fin dal primo minuto, nel ruolo di centravanti.

Inzaghi: "ko Nani unica nota stonata"  - Dopo la sconfitta nel derby, la Lazio non riesce a invertire la rotta e impatta sul Vitesse. Pareggio indolore, visto che i biancocelesti erano già qualificati da primi del girone: "Stasera con la classifica già raggiunta era più difficile, ma sono contento perché i ragazzi hanno saputo reagire. Ora ci prepariamo per giocare al meglio contro la Fiorentina", ha spiegato a caldo Simone Inzaghi, secondo il quale "l'unica nota stonata è l'infortunio di Nani". Il portoghese ha giocato circa un'ora senza incidere, poi si è arreso per un dolore alla coscia: "Sembrava tutto a posto con la classifica e invece oggi si è fermato, peccato perché stava per entrare nei meccanismi e dispiace. Speriamo di non perderlo per molto ma per un paio di settimane non sarà con noi". Decisivo, nell'evitare la sconfitta, il pareggio siglato da Luis Alberto con un grande destro al volo: "Lui regista? Secondo me ci sono partite dove può farlo", ha chiarito Inzaghi, contento per la prestazione di tanti giovani poco utilizzati finora: "Ho la fortuna di essermi qualificato con due giornate di anticipo e si può vedere tante cose. Mi prendo tante cose buone come Murgia, anche Crecco ha fatto la sua partita". Ora testa alla Fiorentina, dove i biancocelesti cercano una vittoria che manca ormai da quasi un mese: "Affrontiamo una squadra contro un allenatore che conosco e stimo. Pioli fa giocare le squadra con coraggio e noi dovremo cercare di recuperare in fretta da questa gara: sarà dura ma voglio una reazione da domenica". Ritornava da titolare Dusan Basta, dopo due mesi di stop: "Oggi hanno giocato ragazzi che scendono meno in campo e hanno fatto bene. Abbiamo fatto una buona gara secondo me. Risposte dopo il derby? Secondo me sì", spiega l'ex Udinese, che nel frattempo sembra aver perso il posto a favore di Marusic: "E' forte - conclude Basta - e una squadra come la Lazio deve avere due giocatori forti per ruolo. Sono contento, c'è spazio per tutti".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA