Serie B, Frosinone-Cremonese 0-0 nel posticipo della 7/a giornata

Ciociari frenati sul pari nel nuovo stadio ma sono primi da soli - VIDEO

Frosinone-Cremonese 0-0 nel posticipo della 7/a giornata di Serie B. Con questo risultato i ciociari si portano da soli al comando della classifica con 14 punti, tallonati ad una lunghezza da Avellino, Palermo e Perugia.
Classifica: Frosinone 14 punti; Perugia, Palermo e Avellino 13; Empoli e Carpi 11; Pescara, Cittadella, Venezia, Parma e Spezia 10; Cremonese, Bari, Brescia* ed Entella 9; Salernitana 8; Novara, Ascoli e Foggia 7; Pro Vercelli e Ternana* 5; Cesena 4. (*: una partita in meno, si recupera oggi).

Il programma e gli arbitri (RISULTATI E CLASSIFICA)

  • Ascoli-Palermo 0-0
  • Avellino-Empoli 3-2
  • Brescia-Perugia 2-1
  • Carpi-Pescara 0-1
  • Cittadella-Entella 0-1
  • Parma-Salernitana 2-2
  • Pro Vercelli-Cesena 5-2
  • Spezia-Bari 1-0
  • Ternana-Venezia 2-3
  • Foggia-Novara 2-2
  • Frosinone-Cremonese 0-0

I gol della Serie B  - VIDEO

 

La Serie B in pillole

Foggia-Novara 2-2  - Ancora un pareggio casalingo, questa volta 2-2 in casa col Novara, e un'altra occasione sprecata dal Foggia che non riesce a conquistare i tre punti che avrebbero puntellato la classifica e ridato slancio ai pugliesi. Parte bene la squadra di Stroppa e al 9' Chiricò spreca da pochi passi mandando alto. Il Novara appare più attendista e cerca di colpire in contropiede. Ma è ancora il Foggia a farsi pericoloso con Agnelli che però si fa parare il tiro dal portiere avversario. Al 30', però, è il Novara a passare in vantaggio con un bel tiro a giro di Moscati. Quando ormai sembrava che il primo tempo si dovesse chiudere con gli ospiti in vantaggio, in pieno recupero, al 50', Rubin si guadagna un rigore che viene trasformato da Mazzeo. Nella ripresa il Foggia è più arrembante e al 14' segna il 2-1 con Fedato, su assist di Mazzeo. Il Novara pareggia sugli sviluppi di un corner, con Maniero: 2-2. Nel finale c'è l'ammonizione di Chiricò che cade in area e prende un giallo per simulazione.

Brescia-Perugia 2-1, a ospiti non basta 6/o gol Han - Prima vittoria casalinga per il Brescia che, in rimonta, batte 2-1 il Perugia: decisivo l'ingresso in campo di Caracciolo autore di un gol e un assist in risposta alla rete del nordcoreano Han, al sesto centro stagionale. Perugia che passa al 4' della ripresa: cross di Pajac e colpo di testa del 19enne nordcoreano. La squadra di casa trova il pareggio al 21' con Caracciolo che arriva in scivolata su un servizio da destra di Machin. È' il 35' quando il Brescia ribalta la partita: Caracciolo dalla sinistra mette a centro area per Bisoli che non sbaglia.

Ascoli-Palermo 0-0 - Finisce 0-0 fra Ascoli e Palermo in un match che le due squadre hanno affrontato più per non perdere piuttosto che cercare la via della rete. Nel Palermo ha pesato l'assenza dello squalificato Nestorovski. Nel primo tempo l'Ascoli ci ha provato con due colpi di testa di Favilli (22') e Addae (33') finiti di poco alti. Nella ripresa l'unica palla gol per il Palermo arriva al 5' ma il portiere dell'Ascoli Lanni è stato decisivo nel respingere in uscita bassa il sinistro di Rispoli.

Avellino-Empoli 3-2 - L'Avellino batte 3-2 in rimonta l'Empoli e sale in vetta a quota 13 in coabitazione con Palermo, Perugia e Frosinone, che però ha una partita in meno. I toscani, in doppio vantaggio con Donnarumma (11') e Zac (2' st), cedono infine alla squadra di Novellino che accorcia con Kresic (8' st), pareggia su calcio di rigore di Castaldo (17' st) e sorpassa con D'Angelo (24' st). L'Empoli, raggiunto il doppio vantaggio grazie alle prodezze di Donnarumma e Zajc, tira troppo posto i remi in barca mentre l'Avellino disputa un gran secondo tempo, togliendo il pallino del gioco all'avversario, e risale la china conquistando il vantaggio a metà ripresa e nel finale approfitta anche della superiorità numerica per l'espulsione di Krunic per proteste. Novellino, sempre più acclamato dai tifosi irpini, sfata anche il suo personale tabù nei confronti della squadra toscana, che non batteva da dodici anni, quando ancora sedeva sulla panchina della Sampdoria.

Ternana-Venezia 2-3 - Partita emozionante e rocambolesca quella tra la Ternana U. e il Venezia, che finisce 2-3 per gli uomini di Inzaghi. Il Venezia passa alla prima azione, al secondo minuto di gioco con il gol di Zigoni. Nella ripresa al 12' arriva il raddoppio degli uomini di Inzaghi in maniera rocambolesca. Moreo tira, Plizzari respinge, ma un successivo tocco del difensore della Ternana Vitiello spiazza Plizzari che interviene ma si porta in rete il pallone. Autogol del portiere e 0-2 per il Venezia. Al 38' Montalto trova il primo gol per la Ternana grazie ad un buon lavoro di Tiscione e ad un tocco in semiacrobazia di Albadoro che serve il centravanti che segna. Pochi secondi dopo Defendi recupera una palla a centrocampo e mette in movimento Varone che si incunea e segna il momentaneo 2-2. Ma non è finita perché al 46', su calcio d'angolo di Bentivoglio, il Venezia trova la rete del 2-3 con il colpo di testa di Domizzi.

Carpi-Pescara 0-1 - Colpo esterno del Pescara che, con il minimo dei vantaggi, espugna il campo del Carpi. Un risultato importante per gli abruzzesi che dopo quattro pareggi di fila si avvicinano alle zone importanti della classifica della Serie B. La rete decisiva al 37' del primo tempo: sul cross di Coulibaly, il tiro in corsa di Capone sorprende il portiere di casa. Il Carpi dopo aver sfiorato il vantaggio con Mbakogu nel primo tempo, non riesce nella ripresa ad essere incisivo per rimediare a questo secondo ko consecutivo casalingo

Spezia-Bari 1-0 - Un gol di Lopez al 39' della ripresa permette allo Spezia di battere il Bari. Al 'Picco' finisce 1-0 (0-0), con i liguri che superano in classifica i pugliesi allenati da Grosso. Nel primo tempo, gli ospiti sfiorano il gol in due occasioni: al 19' con Fiamozzi, la cui conclusione al volo finisce di poco a lato, e al 29' con Tello che spreca da pochi metri l'assist di Floro Flores. Nella ripresa e' lo Spezia a fare la partita. Al 5' Micai in uscita rinvia addosso a Maggiore che poi segna a porta sguarnita ma l'arbitro annulla per un tocco di mano. In inferiorità numerica dal 30' per l'espulsione di Capelli per doppia ammonizione, lo Spezia preme e segna il gol partita al 39', con Lopez che sugli sviluppi di una punizione gela Micai con una botta mancina da fuori area. Inutile il forcing dei pugliesi, che in pieno recupero reclamano per un tocco di mano in area di Ceccaroni non visto dall'arbitro. Con la vittoria odierna, lo Spezia sale a dieci punti, mentre il Bari rimane a nove.

Cittadella-Entella 0-1- Colpo grosso dell'Entella che interrompe la striscia positiva del Cittadella ed espugna il Tombolato (0-1 il rsultato finale). Primo tempo equilibrato, con un paio di occasioni per parte. L'episodio che sblocca la gara arriva al 45', quando Pezzi stende Luppi in area e il signor Martinelli di Roma concede il calcio di rigore per l'Entella: sul dischetto va Troiano, che beffa Alfonso con un cucchiaio e segna l'1-0. Nella ripresa i granata si gettano in avanti e sfiorano il pareggio all'82' con Chiaretti, ma il risultato non cambia: al Tombolato finisce 1-0 per l'Entella.

Pro Vercelli-Cesena 5-2 - Prima vittoria in campionato per la Pro Vercelli, che supera in rimonta (5-2) il Cesena e lascia ai romagnoli l'ultimo posto, con la panchina di Camplone sempre più a rischio. Prova di carattere dei padroni di casa che, dopo essersi trovati sotto 2-1 nel primo tempo, hanno reagito con una ripresa impeccabile. Cesena (senza l'infortunato Cacia) avanti al 7' con Dalmonte, pareggio di Bergamelli al 18' ma ancora un disimpegno non ottimale dei bianchi permette a Jallow (22') di siglare il 2-1. Nella ripresa la Pro ha un altro piglio e dopo un errore in contropiede del Cesena torna sul pari con il neoentrato Rovini (14') e poi sorpassa con Raicevic (18') e Firenze (24'). Alla mezz'ora, Cesena in dieci (rosso diretto per Scognamilio) e Pro che su rigore con Vives firma il 5-2 che chiude.

Parma-Salernitana 2-2  - Parma e Salernitana si dividono la posta dopo un match decisamente dai due volti. Prima frazione di gioco tutta nelle mani degli emiliani che vanno in vantaggio con le reti di Di Cesare al 17' e raddoppiano al 32' con Lucarelli. La ripresa invece è della Salernitana che per poco non sfiora il colpaccio. La squadra di Bollini accorcia del distanze all'11' con Sprocati e poi pareggia su rigore con Vitale al 36'. Il Parma evita la debacle nel finale nonostante fosse rimasto in nove uomini per l'espulsione prima di Di Cesare e poi di Iacoponi. Per la Salernitana annullato anche un gol al 16' della ripresa a Rodriguez per fuorigioco.

Frosinone-Cremonese 0-0 - Frosinone e Cremonese hanno pareggiato 0-0 nel posticipo della 7/a giornata di Serie B. Con questo risultato i ciociari di Longo si sono portati da soli al comando della classifica a 14 punti, tallonati ad una lunghezza da Avellino, Palermo e Perugia. Per la Cremonese, prestazione ottima la sua in fase di contenimento, un punto pesante in una giornata che vedeva il Frosinone debuttare nel nuovo stadio alla presenza di 15.000 spettatori. Pur non esprimendo il suo solito "carattere", il Frosinone ha sfiorato il gol in almeno tre occasioni. Nel primo tempo, al 31' con Soddimo e al 33' con Dionisi che ha colpito la traversa; nel secondo, l'occasionissima è capitata sui piedi di Sammarco al 45', ma la sua conclusione a botta sicura è stata rimpallata da Canini. Per la Cremonese una buona opportunità al 22' del secondo tempo ciccata da Paulinho in piena area. Il Frosinone ha risentito in maniera determinante dell'assenza di Daniel Ciofani, bloccato da un infortunio ad una caviglia.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA