Spal a +7, serie A vicina

2-1 al Cittadella, Verona 1-1 a Perugia e rimane secondo

La Spal vince ancora e 'vede' la serie A. La capolista batte 2-1 il Cittadella nella 38/a giornata e allunga a +7 il suo vantaggio sul Verona che pareggia 1-1 a Perugia mentre rimane di 8 lunghezze il distacco sul Frosinone, vittorioso 2-0 con lo Spezia. Il Pisa di Rino Gattuso non va oltre l'1-1 casalingo con la Pro Vercelli e complice la vittoria del Latina in casa dell'Entella, scivola all'ultimo posto in classifica. Frena la Salernitana che nell'anticipo delle 12.30 non va oltre lo 0-0 con il Bari.

 

 Il quadro della 38/ma giornata

  • Ascoli-Avellino 2-0
  • Brescia-Ternana 2-1
  • Carpi-Trapani 2-1
  • Cesena-Benevento 4-1
  • Entella-Latina 0-1
  • Frosinone-Spezia 2-0
  • Perugia-Verona 1-1
  • Pisa-Pro Vercelli 1-1
  • Salernitana-Bari 0-0
  • Spal-Cittadella 2-1
  • Vicenza-Novara 3-1

 LA CLASSIFICA DELLA SERIE B

 

LA SERIE B IN PILLOLE

Vicenza-Novara 3-1 - Nell'anticipo della 38/ma giornata di serie B il Vicenza batte in rimonta il Novara e conquista 3 punti pesantissimi che la rilanciano nella corsa salvezza, mentre la formazione piemontese, alla seconda sconfitta di fila, vede allontanarsi la zona play-off. Nel primo tempo ospiti in vantaggio al 28' con Macheda, che trova la zampata in area e trafigge Vigorito, ma al 40' arriva il pareggio di Ebagua, ben servito in area da Orlando. Nella ripresa il Vicenza spinge, andando in vantaggio al 19' con Bellomo (gran tiro da fuori) e chiudendo i conti al 26' con Orlando, migliore in campo, la cui staffilata trafigge Da Costa. A 8' dalla fine espulso per proteste il tecnico Torrente, che chiede un rigore per un fallo di mano in area.

Salernitana-Bari 0-0 - Si è chiusa 0-0 Salernitana-Bari, partita valida per la 38/a giornata di serie B e che lascia le due formazioni appaiate, a quota 51 punti, a ridosso della zona playoff. Dopo un inizio equilibrato, dove le squadre si sono studiate, i granata hanno gestito la prima parte della partita, mostrandosi spesso pericolosi senza però concretizzare mentre l'arbitro ha annullato una rete a Joao Silva per un precedente fallo di Rosina. Nel secondo tempo, la formazione ospite è riuscita a ricompattarsi e spesso a riconquistare palla ma senza mai pungere. Nel finale e nel lungo recupero, ben sette minuti, la Salernitana ha cercato invano la vittoria. Spettacolo sugli spalti dell'Arechi, dove circa 15mila tifosi (di cui duemila supporter baresi) hanno sostenuto senza sosta le rispettive squadre, legate da un lungo gemellaggio.

Entella-Latina 0-1 - Tre punti pesantissimi nella corsa salvezza per il Latina che batte in trasferta (1-0) l'Entella al Comunale di Chiavari. Subito in avanti gli ospiti con un tentativo di Di Giorgio ma il portiere dei liguri neutralizza. Poi tra il 15' e il 18' doppio affondo dell'attaccante Caputo ma senza fortuna e il Latina si salva. E prima dell'intervallo ci provano Moscati (32'), Caputo (39') e Pecorini (41') ma il numero uno Pinsoglio nega all'Entella la gioia del vantaggio. Nella ripresa il Latina punge con il neo entrato Buonaiuto poi si salva al 20' grazie al suo portiere che respinge un tiro di Caputo. E poi al 41' arriva il gol degli ospiti con un tiro di Buonaiuto che finisce alle spalle del portiere Iacobucci: una rete che gela l'Entella

Ascoli-Avellino 2-0 - Vittoria preziosa in chiave salvezza dell'Ascoli che ha battuto 2-0 un Avellino che vede complicarsi in via ormai definitiva la già difficile rincorsa alla zona play off. Partita combattuta e decisa da due reti: Ascoli in vantaggio al 25' del primo tempo grazie al gol di Cacia su assist da sinistra di Cassata. Match chiuso ad inizio ripresa (2') quando Cacia ha liberato al tiro vincente di sinistro Orsolini che ha firmato il 2-0

Frosinone-Spezia 2-0 - Il Frosinone batte lo Spezia 2-0 (0-0) e dopo un'astinenza di cinque turni torna al successo. Le reti, entrambe nel secondo tempo, portano la firma di Dionisi al 15' e Daniel Ciofani al 45'. Sullo 0-0, al 19' del primo tempo, una rete su un tiro dal limite dello spezzino Granoche con la palla che ha preso prima la parte bassa della traversa e oltrepassare poi la linea di porta, non è stata segnalata dal collaboratore di Pinzani, Muto

Spal-Cittadella 2-1 - La Spal batte 2-1 il Cittadella al Paolo Mazza con i biancazzurri che tengono il margine di otto punti sul Frosinone terzo, avvicinandosi ancora alla serie A. La prima fase di gara è tutta del Cittadella che è costantemente nella metà campo della Spal e ha l'occasione più importante al 14' con Strizzolo, ma Meret è bravo a deviare in calcio d'angolo. La Spal fatica a creare gioco, i veneti spingono e al 26' viene respinta dal muro difensivo biancazzurro la conclusione di Schenetti in seguito ad azione di calcio d'angolo. Il Cittadella assedia pur senza creare occasioni nette, la Spal resiste. Al 30' colpo di testa di Strizzolo fuori di poco. La Spal si vede solo al 35' con una conclusione di Antenucci respinta senza problemi da Alfonso e al 44' con la conclusione di Lazzari ribattuta dalla difesa. Spal subito in vantaggio nella ripresa: calcio d'angolo di Del Grosso al quarto minuto, arriva puntuale sul primo palo Giani che colpisce di testa sotto la traversa e batte Alfonso. Il Cittadella gestisce la palla ma non si rende pericoloso e la Spal raddoppia al 22'. Sulla destra grande azione Antenucci-Schiavon-Zigoni con quest'ultimo che finalizza al meglio il preciso cross del secondo. Il Cittadella accorcia le distanze al 34': palla di Chiaretti per Kouame che passa in mezzo a Litteri che segna il più facile dei gol, solo davanti alla porta. Spal pericolosa al 39' con il tiro di Schiavon a fil di palo ma arriva al termine senza correre rischi

Brescia-Ternana 2-1 - Va al Brescia il delicatissimo scontro diretto in chiave salvezza contro la Ternana: le rondinelle vincono 2-1 e lasciano gli umbri al terz'ultimo posto. Al 3' Brescia in vantaggio con un pallonetto da fuori area di Crociata. Il pareggio della Ternana all'8' con Defendi a finalizzare un contropiede. Il Brescia si riporta in vantaggio al 17' con Bisoli che di testa firma il 2-1. Al 45' annullato un gol alla Ternana per fuorigioco

Pisa-Pro Vercelli 1-1 - Il Pisa non va al di là del pari (1-1) contro la Pro Vercelli e dice di fatto addio alla serie B dopo una stagione. I nerazzurri regalano un tempo alla Pro Vercelli e la reazione nella ripresa non basta a guadagnare tre punti che avrebbero mantenuto acceso ancora un lumicino di speranza nella corsa la salvezza nonostante la matematica non condanni ancora definitivamente i toscani. Piemontesi in vantaggio al 14' del primo tempo con il rigore di Comi assegnato giustamente per un inopinato fallo di mano di Del Fabro. La reazione del Pisa si vede solo nel secondo tempo e in particolare nel finale di gara dopo il gol del pareggio di Cani arrivato al 28'. L'assalto finale non porta nessun altro beneficio

Cesena-Benevento 4-1 - Successo del Cesena che nel posticipo della serie B batte il Benevento 4-1 (0-0). Nonostante una prima frazione di gioco non brillantissima, il Cesena si riscatta nel secondo tempo e conquista una vittoria pesantissima in chiave salvezza. Il Benevento, invece, conferma i suoi tanti problemi in trasferta e non riesce a evitare la terza sconfitta consecutiva fuori casa. Si decide tutto nel secondo tempo: al 4' i bianconeri passano in vantaggio con Crimi che, raccolto il preciso suggerimento di Ciano, segna con un tiro rasoterra di esterno. Al 9' arriva il raddoppio: corner sul secondo palo di Ciano, sponda di testa di Crimi per Ligi che con una potente girata insacca nuovamente in rete. Tre minuti più tardi arriva anche il terzo gol: questa volta è Laribi che entra in area e segna con un preciso tiro mancino che colpisce prima il palo e poi finisce in rete. Il poker è solo questione di tempo ed è Ciano a firmarlo al 23'. Al 44' st Chisbah realizza il gol della bandiera campana, sfruttando una disattenzione di Agliardi

Perugia-Verona 1-1 - Un punto a testa per Perugia e Verona, che hanno chiuso 1-1 il posticipo della 38/a giornata di B. Ha attaccato subito la squadra di casa, spinta dai 12mila del Curi, sfiorando la rete con Forte al 5'. Faticano invece gli uomini di Pecchia, cresciuto dopo 20' e pericolosi con Feres. Immediata risposta biancorossa: al 24' diagonale di Mustacchio che va di poco sul fondo. Brivido per il Verona al 36' quando un retropassaggio maldestro di Boldor costringe Nicolas al recupero sulla linea. I gol arrivano nella riresa. Al 54' sblocca il Verona: Valoti intercetta un retropassaggio di Dezi, calcia sul palo, Luppi recupera e segna. Ripresa del gioco con pareggio di testa di Dezi, servito da Di Chiara. Poi cala il ritmo, spezzato solo da un ennesimo tentativo del numero 11 biancorosso e di Pazzini, sostituito da Ganz al 72'. Le squadre sbagliano molto in fase di costruzione la gara termina in parità. Il punto permette al Verona di consolidare il secondo posto e al Perugia di salire al quarto posto scavalcando il Cittadella

Carpi-Trapani 2-1 - Sofferta vittoria del Carpi sul Trapani per 2-1. Decide la doppietta di Lasagna con due reti nel primo tempo al 23' e al 41'. Nella ripresa la reazione dei siciliani che accorciano al 3' con Coronado. Poi da quel momento solo Trapani che prende il comando del gioco macinando azioni su azioni ma senza trovare la rete del pareggio. Con questa vittoria il Carpi entra in zona playoff agganciando al settimo posto lo Spezia a quota 54, a tre lunghezze dal quarto posto. E' nei playout invece il Trapani con 41 punti al quint'ultimo posto a braccetto con il Vicenza

 

 

 

 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA