Serie A, Lazio Torino 3-1, reti di Immobile, Maxi Lopex, Keita e Felipe Anderson LIVE

L'ex granata porta in vantaggio la Lazio al 56', l'attaccante del Toro pareggia al 72' di testa su punizione di Iturbe, poi Keita all'87' e F.Anderson al 91'

Lazio batte Torino 3-1 nel posticipo della 28/a giornata del campionato di serie A.

91': Lazio-Torino 3-1, Felipe Anderson mette al sicuro la vittoria

87': Lazio-Torino 2-1, Keita riporta in vantaggio la Lazio con uno splendido destro all'incrocio dei pali

72': Lazio-Torino 1-1, Maxi Lopez devia in rete di testa una punizione di Iturbe

56': Lazio-Torino 1-0, Immobile da pochi passi tocca in rete di destro su cross dalla destra di Basta

Lazio-Torino 0-0 alla fine del primo tempo 

Immobile 'vittoria importante, siamo squadra matura' - ''La sfida contro Belotti? Siamo amici, questa era una sfida tra Lazio e Torino e sono felice che la Lazio abbia vinto. Devo fare i complimenti a tutta la squadra perché non era facile reagire in questo modo dopo il loro pareggio. Vuol dire che la squadra è matura e di questo sono felice e orgoglioso'': Ciro Immobile commenta così ai microfoni di Premium sport il successo contro i granata. ''Keita decisivo dopo una settimana turbolenta? Se continua a fare gol così va bene anche se non deve sforare - sottolinea l'attaccante biancoceleste - E' un talento incredibile, gli stiamo dietro per aggiustargli un po' la testa, ma è fortissimo'' Sulla lotta per l'Europa league Immobile sottolinea che ''e' una sfida con l'Inter ma anche il Milan è forte e l'Atalanta sta facendo bene e non mollerà: sarà una bella sfida fino alla fine".

Inzaghi, 'Vittoria meritata, per noi fondamentale' - Una Lazio a Forza 3 batte il Torino e si rilancia in scia a Napoli e Roma per il sogno Champions. "Ci credevo, abbiamo visto un'ottima Lazio. Il Torino è un'ottima squadra, siamo stati bravi a crederci dopo il pareggio, abbiamo vinto meritatamente soffrendo un po' come capita spesso peccando di imprecisione. Per noi era una tappa fondamentale", spiega Simone Inzaghi a fine match. "Siamo tra il terzo e il sesto posto dall'inizio, non è un caso. Sappiamo che è dura, mancano 10 partite e nessuno molla, dobbiamo guardare sia davanti che dietro", ha aggiunto il tecnico, alla sua quinta vittoria di fila tra campionato e Coppa Italia e sempre più vicino a un rinnovo che sembra ormai una formalità: "Penso che con il presidente non ci siano problemi, con lui e Tare c'è un buonissimo rapporto". Contento anche dell'impatto di Keita a gara in corso: "Ha avuto un problema a un piede - ribadisce il tecnico - mercoledì e giovedì non ha potuto allenarsi ma l'avevo visto voglioso e sapevo che mi avrebbe aiutato. Va bene così, è stato decisivo". Dei comportamenti 'altezzosi' di Keita ha parlato anche il compagno Ciro Immobile: "Lui ce l'ha ogni tanto - glissa Immobile - ma se continua a fare gol così va bene. L'importante è che non sfori, poi queste sono cose che vede la società. Gli stiamo dietro per sistemargli la cabeza, come dice lui", ha spiegato il bomber laziale. Al 17/o gol in campionato, il secondo da ex contro i granata dopo quello dell'andata. È lui il vincente della sfida nella sfida con l'amico Belotti: "Con il Gallo siamo amici - sottolinea Immobile -, era solo una partita tra Lazio e Torino e sono contento che abbiamo vinto. Devo fare i complimenti a tutta la squadra, non era facile reagire dopo il gol di Maxi Lopez. La corsa all'Europa? Napoli e Roma viaggiano ad alta velocità, noi però siamo felici di quello che stiamo facendo e continuiamo su questa strada". Riguardo l'infermeria: Radu, Biglia e de Vrij sono tutti usciti a gara in corso per infortunio e visitati in clinica Paideia. Trauma contusivo per i primi due (al tendine rotuleo per l'argentino), preoccupa anche il riacutizzarsi di un problema al ginocchio sinistro per de Vrij. Non lesina critiche ai suoi Sinisa Mihajlovic: "Abbiamo perso meritatamente, la Lazio in questo momento ha tutto, è forte, completa ed è più forte di noi. Niente da dire", ammette il tecnico serbo. "Ci manca quel coraggio e personalità che dimostriamo in casa -conclude - in trasferta ci mancano. Sapevamo che la Lazio è tra le più in forma del campionato, ma avevamo le armi per metterli in difficoltà e batterli. Per un'ora una buona gara difensiva ma davanti dovevamo fare di più. Maxi? È dimagrito, peccato che non lo abbiamo avuto dall'inizio della stagione".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA