Follia Cina per Tevez: contratto da 40 milioni per l'Apache a Shanghai

Argentino lascia il Boca e sbarca allo Shenhua per cifra record

Un altro campione del calcio internazionale sbarca in Cina: è ufficiale il passaggio di Carlos Tevez allo Shanghai Shenhua. Anche se non sono state fornite cifre ufficiali sulla trattativa, il club cinese avrebbe versato 11 milioni di dollari agli argentini del Boca Juniors mentre per l'ex giocatore della Juventus, 32 anni, è pronto un biennale da 40 milioni, che secondo i giornali argentini sarebbero netti e all'anno. L'"Apache" dovrebbe raggiungere la sua nuova squadra, allenata dall'uruguaiano Carlos Poyet e nella quale già militano gli ex interisti Guarin e Martins, a gennaio per il ritiro in vista dell'inizio della Super League cinese previsto per marzo.

Da Ronaldo a Pellè, ecco i paperoni a doppia cifra

Cina superstar si prende anche Tevez, follie per Apache - Il pallone sta cambiando davvero e rotola sempre più verso l'Estremo Oriente e la ricchissima Super League cinese. Il calciomercato invernale non è ancora cominciato che già una valanga di milioni di yuan, dollari o euro che siano si è riversata nelle casse dei club di mezzo mondo, Europa e Sudamerica in testa. Gli ultimi grandi acquisti sono due star del calibro di Oscar (Chelsea) e, proprio oggi, Carlitos Tevez (Boca) che hanno scelto la nuova Mecca del calcio mondiale: per l'Apache lo Shenhua Shanghai ha fatto follie, assicurandosi l'argentino 32enne per la cifra record di 40 milioni netti a stagione che proiettano l'ex Juve in cima alla lista dei più pagati. Insomma, dopo i proclami e i primi acquisti milionari, adesso la Cina 'pallonara' fa davvero sul serio: porta a casa le grandi stelle (e, cosa importante, non tutte in declino) del calcio mondiale e punta a diventare superpotenza mondiale entro il 2050. Quelli che una volta erano i programmi pluriennali di pianificazione economica della Cina maoista adesso più prosaicamente parlano di pallone, stadi e calciatori, con l'obiettivo di creare 50 milioni di nuovi calciatori entro il 2020, con 20.000 nuove scuole calcio e 70.000 campi da qui a 4 anni. Tutto questo grazie alla spinta del presidente della Repubblica Popolare, Xi Jinping, deus ex machina del Piano e grandissimo appassionato di calcio: basti pensare che a ottobre 2015, durante la sua visita al Premier britannico David Cameron, è stato ospitato dal Manchester City (con tanto di selfie insieme al 'Kun' Aguero) per studiare la struttura societaria e gli investimenti del club nel settore giovanile.

La Cina tenta il Barca, 40 mln per Arda Turan
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA