De Laurentiis attacca Agnelli: 'Mica tanto innocenti'

Polemiche post derby senza fine. Frecciata a Juve e al "Palazzo"

"Agnelli da sacrificare anche dopo Pasqua? Esisteva il film 'Il Silenzio degli Agnelli', ma stiamo parlando di cinema. 'Il Silenzio degli agnelli' era il titolo originale, ma poi tradotto in Italia era 'degli innocenti', anche se tanto innocenti poi...". Parte dal cinema la stoccata pasquale di Aurelio De Laurentiis alla famiglia Agnelli e che dà il via, anche fuori dal campo, al lungo sprint per lo scudetto tra Juventus e Napoli. De Laurentiis ha scelto gli auguri di Pasqua, fatti in un intervento a Kiss Kiss Napoli, radio ufficiale del club azzurro, per rinfocolare, nella settimana della sosta, la polemica con la Juventus e la famiglia Agnelli. La stoccata parte dal titolo originale del film "The silence of the lambs", (gli agnelli in inglese) che vinse cinque Oscar: quel film la famiglia De Laurentiis lo conosce bene, visto che lo zio di Aurelio, Dino De Laurentiis, produsse sia "Manhunter", il primo film in cui appariva la figura dello psichiatra antropofago Hannibal Lechter, sia il prequel "Hannibal", diretto da Ridley Scott nel 2001. Le polemiche hanno caratterizzato tutta la settimana dei tifosi del Napoli: l'atmosfera si è surriscaldata infatti dopo le roventi polemiche seguite al derby di Torino, con il gol annullato a Maxi Lopez, la mancata espulsione di Alex Sandro e la foto virale di Bonucci testa a testa con Rizzoli. Polemiche a cui probabilmente si riferisce il patron azzurro anche nel suo messaggio, per la verità un po' criptico, al "palazzo". "Domenica - ha detto - nell'uovo di Pasqua vorrei la sorpresa di una sincera disponibilità da parte di tutti coloro che istituzionalmente hanno delle responsabilità, e che invece si comportano in maniera irresponsabile pur di mantenere le posizioni che rappresentano".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA