Morata: 'Juve o Real, non so dove comprare casa..'

Attaccante Spagna: sto bene a Torino ma vorrei si chiarisse

 "Non so dove comprare casa: vorrei che questa situazione si chiarisse": dal ritiro della Spagna Alvaro Morata lancia un messaggio, piu' al Real che alla Juve, per sapere se il suo club di origine si avvarrà della clausola di 'recompra'. "L'anno prossimo è difficile per me, perché non ho la certezza di sapere dove sarò: è una situazione strana", ha detto l'attaccante in un'intervista a Cadena Cope. "Vorrei che si chiarisse, 'recompra' o non 'recompra': io sto bene li' - ha aggiunto Morata riferendosi a Torino - ma vorrei sapere dove devo comprare casa, dove staro'...Alla Juve sto bene, ma preferisco chiarezza".  Tornare a Madrid, ha aggiunto Morata, "e' una possibilita' che esiste, ed e' reale, perche' e' previsto dal contratto". I contatti con il Real sono continui, dice il centravanti: "Parlo con Butragueño spesso, lui viene sempre ai raduni della nazionale, cosi' parliamo e non solo di calcio, anche di tutto il resto - la spiegazione - Lui ha un ruolo centrale al Real: io vengo dalla cantera madridista, ricevere i suoi complimenti quando segno un gol e' un orgoglio". Morata ha poi parlato della sua crescita ("sono migliorato molto in questi due anni, ma ho ancora ampi margini") e del campionato italiano ("non e' come la Champions, abbiamo meno occasioni da gol: ma ci si allena molto, ho cambiato il mio fisico e messo molta birra in serbatoio.."), e ha elogiato Pogba: "E' un vero fenomeno: si allena il doppio rispetto agli altri, e' un professionista serissimo, dalla dieta al lavoro, e si e' messo in testa di diventare il migliore al mondo. Se non proprio cosi', sarà di sicuro tra i primi tre". 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA