Ranocchia, pazzo chi non sogna l'azzurro

Il difensore della Samp, battere il Chievo e cambiare obiettivi

 "L'Italia? Sarei un pazzo se non ci pensassi. Ma ora bisogna fare bene, agli Europei poi si penserà". Andrea Ranocchia, rinato alla Sampdoria, guarda alla maglia azzurra. Dopo un avvio balbettante, il difensore ha conquistato tutti. "Il passato è passato, adesso penso alla Samp e a dare il meglio di me per tirar fuori la squadra dalla parte bassa della classifica - ha dichiarato ieri, ospite alla cena di gala dell'evento benefico Stelle nello sport - All'inizio ho avuto problemi perché non giocavo da cinque mesi e la forma e la concentrazione non tornano in due giorni. Ma ora sto bene e sono contento di poter dare una mano".
    Una Sampdoria che, dopo gli ultimi risultati positivi, contro il Chievo potrebbe abbandonare definitivamente la zona salvezza.
    "Sarà una partita importantissima - conferma Ranocchia - perché potrebbe darci l'opportunità di staccarci e chiudere un discorso, magari aprendone un altro. La lotta per la salvezza non è ancora finita, ma vincere domenica può farci puntare ad altri obiettivi".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA