Carrarese 1908: dichiarato il fallimento

Concesso l'esercizio provvisorio, si tenta di finire la stagione

(ANSA) - ROMA, 11 MAR - Finisce male la centenaria storia della Carrarese Calcio 1908 (Lega Pro, girone B): il Tribunale di Massa Carrara ha dichiarato il fallimento della società. La decisione è di ieri, oggi la notifica al liquidatore del club.
    Il Tribunale ha nominato giudice delegato Giampaolo Fabbrizzi, mentre il curatore fallimentare sarà Massimiliano Tonielli (ricoprì lo stesso incarico nel fallimento della Massese nel 2009). È stato concesso l'esercizio provvisorio nel tentativo di reperire risorse finanziarie per concludere il campionato.
    Il club azzurro, che nella sua storia ultracentenaria annovera anche due campionati in Serie B nel Dopoguerra, era di proprietà dell'ingegnere romano Raffaele Tartaglia e per il 30% della famiglia del portiere della Nazionale e della Juventus Gianluigi Buffon. Quest'ultimo, l'estate scorsa, aveva ceduto il 70% delle sue quote a Tartaglia. I rapporti tra i soci, però, si sono poi rotti del tutto e il club prima è stato messo in liquidazione e poi è arrivato il fallimento.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA