Juve, Allegri: "Con l'Inter test importante per tutti"

Esami per Chiellini, contro i nerazzurri out Evra

 "In novanta minuti può succedere di tutto". Non si fida dell'Inter il tecnico della Juventus, Massimiliano Allegri, nonostante il sonoro 3-0 conquistato nell'andata della semifinale di Coppa Italia. "Anche se ci dovessimo qualificare, perdere non fa bene - aggiunge l'allenatore bianconero - l'Inter giocherà una partita d'attacco, noi dobbiamo segnare un gol per mettere al sicuro il passaggio del turno. Nella stagione 84/85 i nerazzurri hanno ribaltato un 3-0 con il Verona, vincendo 5-1 ai supplementari: domani sarà un test importante per tutti".

"Bayern? possiamo farcela" - "Il passaggio del turno con il Bayern è molto difficile, ma dobbiamo riuscirci". Analizza il buon momento della Juventus il tecnico Massimiliano Allegri, caricando la squadra in vista del finale di stagione. "Dobbiamo essere pronti a livello mentale - spiega l'allenatore - un momento positivo non serve a niente se non vinciamo il campionato, non giochiamo la finale di Coppa Italia e non passiamo ai quarti di finale di Champions League. Dobbiamo dimenticare quanto fatto e pensare a domani".

"Non ci saranno fughe in campionato" -  "E' normale che il risultato di ieri sera tra Fiorentina-Napoli sia stato a vantaggio nostro, ma mancano 11 partite, ci sono 33 punti in palio e bisogna vincere ancora un po' di partite". Così il tecnico della Juventus, Massimiliano Allegri, alla vigilia della semifinale di ritorno di Coppa Italia contro l'Inter. "Finché la matematica non dirà scudetto - aggiunge - bisogna restare concentrati: mi da fastidio che dopo la partita di ieri tutti dicano che la Juve ha vinto lo scudetto. Non è così altrimenti, altrimenti domenica faremmo la festa scudetto". "Non ci saranno fughe in campionato. I nostri tre punti di vantaggio sono importanti, ma finché la matematica non assegna scudetto serve concentrazione". Predica calma il tecnico della Juventus, Massimiliano Allegri, nonostante il momento positivo dei bianconeri. "Fino ad ora non abbiamo fatto nulla - prosegue Allegri - e il campionato è aperto. Napoli, Fiorentina e Roma possono ancora inserirsi nella lotta scudetto. Dobbiamo continuare a pensare alla partita singola e a raggiungere il numero di vittorie che ci serve per vincere lo scudetto".

Esami per Chiellini, con Inter out Evra  - Giorgio Chiellini resta in dubbio per la gara di ritorno della semifinale di Coppa Italia che la Juventus affronta domani sera contro l'Inter. A dirlo, in conferenza stampa è il tecnico bianconero Massimiliano Allegri: "Oggi pomeriggio farà gli esami e vedremo i tempi di recupero", dice l'allenatore che respinge l'accusa di averlo mandato in campo prima del suo completo recupero. "Rischiare i giocatori? In certi momenti bisogna farlo, chi non osa non ottiene - sottolinea Allegri -. Chiellini ha giocato domenica perché stava bene, gli altri stanno tutti bene tranne Caceres. Rugani? E' giovane e sta facendo bene, ha bisogno di giocare altre partite. Pereyra? Dipenderà dal modulo, con la difesa a 4 potrebbe giocare, col 3-5-2 è difficile". Domani non ci sarà anche Evra, che ha avuto un permesso di due giorni per problemi famigliari: "Rientrerà a Torino stasera e non sarà della partita - rivela Allegri -; resterà qui a lavorare". In campo potrebbe esserci invece Barzagli: "Sta bene e lo sta dimostrando, domani ci sarà. Coppia d'attacco? E' molto probabile che domani giochino Morata e Zaza". In porta spazio a Neto, il portiere della Coppa Italia.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA