Tifosi della Samp: "Prima la salvezza, poi la contestazione"

Sabato tutti a Bogliasco per incontrare la squadra

 Tregua sino a fine campionato, poi sarà contestazione. E' quanto emerso dall'affollata assemblea di ieri sera presso il centro civico di Sampierdarena organizzata dai tifosi della Sampdoria. Presenti oltre trecento supporter blucerchiati in rappresentanza di tutti i gruppi della Gradinata Sud, cuore del tifo sampdoriano, oltre a moltissimi tifosi non inquadrati.
    Chiaro il messaggio per non rivivere le retrocessioni del '99 e del 2011: "In questo momento difficile la Sampdoria ha bisogno di tutti i suoi tifosi, gruppi organizzati e non - hanno spiegato in un comunicato ufficiale congiunto Ultras e Fedelissimi, le due anime principali della Gradinata Sud -.
    Verrà il momento in cui tireremo le somme, ma non adesso".
    Prima c'è la sfida con il Frosinone: "Sabato prossimo tutti a Bogliasco. Vogliamo guardare negli occhi i giocatori, per lanciare e lasciare un messaggio deciso, forte e chiaro: noi daremo l'anima fino all'ultimo e ci aspettiamo tanto quanto da chi scenderà in campo".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA