Bomba carta derby Mole: al via processo

Juventus, Torino e Figc parte civile contro l'imputato

(ANSA) - TORINO, 18 FEB - È cominciato in Tribunale a Torino il processo a Giorgio Saurgnani, 29 anni, il promotore finanziario bergamasco accusato di essere coinvolto nell'episodio del lancio di una bomba carta durante un derby della Mole della scorsa stagione. La causa è stata aggiornata al 30 marzo perché il pm Andrea Padalino ha aggiunto un nuovo capo d'imputazione, legato al porto abusivo di esplosivi che è di competenza di un tribunale collegiale e non monocratico. Oltre ad alcuni dei tifosi granata feriti, si sono costituiti parte civile la Figc, il Torino e la Juventus.
    "La curva venne chiusa - spiega l'avvocato Maria Turco, legale della società bianconera - e ci venne inflitta una sanzione di 30mila euro. Tutto questo per il gesto di qualcuno che si definisce tifoso della Juventus e che non è nemmeno nostro abbonato. Il danno che abbiamo subito è rilevante".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA