Pioli cerca identità di squadra in crisi

'Il mio futuro? Valuteremo alla fine. Mi aspettavo di più'

ROMA - "L'imperativo è vincere, troveremo un avversario in condizione ma dobbiamo ottenere i 3 punti".
    Stefano Pioli alla ricerca della sua Lazio, dopo l'ennesimo pareggio, in casa del Genoa, domani contro il Verona servono i tre punti per restituire alla stagione un minimo di ambizione. Che ormai in casa biancoceleste si chiama quinto posto: "Credo ancora nell'Europa", ribadisce il tecnico parmense, che allo stesso tempo non esclude nulla sulla sua permanenza il prossimo anno: "Se l'esito della stagione influirà sul mio futuro? Ho detto sempre che le somme le tireremo a fine stagione - la sua risposta -. nel calcio le cose possono cambiare velocemente. A fine campionato è giusto che uno faccia le proprie valutazioni".
    Un progetto che dopo il terzo posto dello scorso anno era nato sotto altri auspici e invece "siamo indietro rispetto ai programmi e alle mie aspettative", ammette. "Ero partito con consapevolezza e con la speranza di dare continuità a quanto fatto l'anno scorso. Non ci stiamo riuscendo. Poi i risultati determinano tutto nel calcio, ma credo ancora tantissimo nella mia squadra". Ci sono ancora 14 partite di campionato per dimostrare che ha ragione e scacciare le voci di suoi possibili pretendenti.
    Ma anche l'ambiente non aiuta e domani l'Olimpico, a causa della squalifica di curva e distinti Nord, sarà più spopolato del solito: "Io preferisco sempre giocare in uno stadio polemico e critico ma pieno, che in uno stadio semivuoto come quello che ci aspetta domani per le decisioni prese", il Pioli pensiero in risposta a Delneri secondo il quale "per la Lazio può essere anche un bene perché non riceverà fischi".
    Intanto oggi Pioli si è sbilanciato sull'impiego di Biglia ("E' recuperato, giocherà per trovare il ritmo partita") ma il Galatsaray incombe e nella lista per l'Europa League è rimasto solo Konko nella casella dei terzini destri. Per domani sera l'alternativa al francese è Patric: "Ma la partita di domani per noi è molto importante - afferma Pioli - e schiererò la formazione migliore"   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA