Pedofilia in Premier: Johnson confessa

Il giocatore del Sunderland ammette di aver baciato una 15enne

(ANSA) - ROMA, 10 FEB - Premier League sotto shock dopo la clamorosa deposizione dell'ex nazionale Adam Johnson, accusato di "pedofilia". Ex stella del Manchester City, oggi al Sunderland, il 28enne Johnson era già stato arrestato lo scorso marzo con le stesse imputazioni. Rilasciato su cauzione - e reintegrato in squadra dopo una breve sospensione - venerdì il centrocampista inglese dovrà comparire in aula per rispondere alle domande dell'accusa.
    Ma prima che il dibattimento iniziasse, ha deposto davanti alla Corte di Bradford, raccontando di aver adescato una 15enne su Internet che poi avrebbe baciato. Johnson ha dunque riconosciuto la propria colpevolezza per due dei capi d'accusa: adescamento e atti sessuali. Accompagnato dall'attuale fidanzata, Johnson, alla domanda se avesse avuto contatti sessuali con la ragazza pur sapendo che aveva meno di 16 anni, ha risposto in maniera affermativa. Un'ammissione che rischia di costargli un lungo periodo di detenzione nonostante abbia respinto due accuse riguardo altri atti sessuali.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA