Cassano, demoni via e ora voglio Europeo

Il fantasista della Samp si confessa, più umiltà e sacrificio

(ANSA) - ROMA, 23 GEN - "Sono un Cassano diverso, con più umiltà e sacrificio, come mai in carriera. Quando diventi padre, tutto cambia e sono felice che i problemi e i demoni che avevo dentro se ne siano andati. Adesso sono felice, sono un'altra persona".
    Così il fantasista della Sampdoria, Antonio Cassano, in un'intervista con Sky Sport.
    "Dopo un anno fermo a Parma - racconta - ho preso 10 kg e ho vissuto l'inferno: ero nervoso e non riuscivo a tenere a freno l'alimentazione. Ho avuto problemi con l'allenatore che c'era (Zenga, ndr). Poi è arrivato Montella: siamo ripartiti da zero, ho fatto quei sacrifici che non ho mai fatto in vita mia e i risultati arrivano".
    Cassano, quindi, non nasconde di avere il sogno di andare agli Europei. "So che è molto difficile perché prima di tutto gli anni non sono dalla mia parte e il gruppo è già formato - le parole del fantasista barese - Conosco Conte e ha detto che chi sta bene può avere una chance. Io mi giocherò la mia occasione su un miliardo. Sarei felice di fare anche il 23/o".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA