"Democristiano" offesa? Sarri querelato

Il dc Alessi denuncia per diffamazione il tecnico del Napoli

(ANSA) - ROMA, 22 GEN - La polemica Sarri-Mancini, scoppiata dopo Napoli-Inter e destinata a chiudersi grazie alle scuse del tecnico partenopeo accettate dal collega nerazzurro, si "arricchisce" di una querela. Non per gli insulti volati tra i due, ma per la frase espressa qualche minuto dopo, davanti ai microfoni, da Sarri: "Ho detto la prima offesa che mi è venuta in mente, gli avrei potuto dare del democristiano". E così il presidente della Democrazia Cristiana Nuova, Alberto Alessi, ha presentato oggi alla Procura di Palermo una denuncia-querela nei confronti di Sarri per diffamazione.
    Alberto Alessi, ex deputato Dc e figlio di Giuseppe, primo presidente della Regione siciliana e tra i fondatori della Dc, non ha gradito le parole di Sarri, che offendono "un'intera parte della storia della Repubblica italiana".
    "Con le sue parole - ha detto - Sarri ha mortificato un movimento che ha fatto l'Italia ed è stato contraddistinto da illustri personaggi e statisti: non si può pensare che 'democristiano' sia un'offesa".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA