Ancora guai per Messi, fratello a cena con i narcos

Matias inguaia 'Pulce' per foto pubblicata da rivista 'Noticias'

 Il periodo nero di Leo Messi prosegue. Dopo il brutto infortunio al ginocchio, che lo ha messo ko per un lungo periodo (dovrà stare fuori ancora almeno per un mese), le accuse di frode fiscale e la relativa richiesta di 22 mesi di carcere, per l'asso argentino sono in arrivo altri guai. Questa volta ci si mette il fratello Matias che, secondo la rivista Noticias, sarebbe unito da un legame d'amicizia con esponenti della banda criminale 'Los Monos'. Pochi giorni addietro, il fratello di Leo è stato arrestato per una lite con un poliziotto e trattenuto in commissariato perché trovato in possesso di una pistola calibro 22 non registrata. Il settimanale argentino ha pubblicato una foto del fratello maggiore di Messi con i leader della famigerata banda di Rosario e nota per i suoi crimini. Assieme a Matias figurano pure due latitanti, nei confronti dei quali è stato spiccato un mandato di cattura internazionale. Nella stessa foto, secondo la rivista, figura anche un tale di nome Aron Trevez, detto 'El Ojudo', che attualmente si trova sotto protezione, dopo avere indossato i panni di collaboratore di giustizia. Insomma, piove sul bagnato per la la 'Pulce'
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA