Da Dybala a Iturbe, sorprese e delusioni del girone d'andata

Sarri e Di Francesco i tecnici al top, Torres il flop

I lampi di Dybala, la classe di Pogba, l'incisività di Nainggolan, ma anche le amnesie di De Sciglio, i lisci di Vidic, la mira perduta di Gomez. Il girone d'andata ha ribadito il momento difficile della serie A, con troppe partite modeste tra squadre modeste, e sulle pagelle compaiono pochi voti alti e molte insufficienze. Nel gioco dei promossi e bocciati, i nomi della punta del Palermo e dei centrocampisti di Juve e Roma, dei difensore di Inter e Milan e dell'attaccante viola compaiono d'obbligo, mentre tra le squadre la Samp di Mihajlovic - meglio detta "Sampgloria" dal suo effervescente presidente Ferrero, altro top stagionale - entra di diritto nella categoria "top" dopo aver incamerato ben 12 punti in più dell'andata 2013/14. E' facile e doveroso inserire tra i promossi anche il Sassuolo tricolore doc di Eusebio Di Francesco e il Genoa di Gian Piero Gasperini. La classifica non lo premia, ma un bel voto va anche a Sarri, che con il suo Empoli mostra il gioco migliore in rapporto agli interpreti. La capolista Juventus la promozione l'ottiene di diritto.

Sul fronte dei bocciati i pesi massimi, tra le squadre, sono il Parma, in picchiata tecnica e societaria dopo la mancata Europa League, e le due milanesi delle promesse non mantenute. Se l'Inter è già passata da una crisi con esonero e ora stenta a riprendersi nonostante Mancini, il Milan di Inzaghi ha preso il passo del gambero e rischia di stare ancora fuori dall'Europa. Una bocciatura è eccessiva, ma il Napoli di Benitez e la stessa Roma di Garcia sono ai limiti della sufficienza, mentre un sicuro flop è stato il Cagliari di Zeman.

Il destino delle squadre è ovviamente legato alle prestazioni dei giocatori e le pur opinabili formazioni "top 11" e "flop 11" danno qualche risposta.

Top 11: Buffon (Juve), Rugani (Empoli), Manolas (Roma), Romagnoli (Samp), Nainggolan (Roma), Pogba (Juve), Sturaro (Genoa), Felipe Anderson (Lazio), Dybala (Palermo), Tevez (Juve), Higuain (Napoli).

Flop 11: De Sanctis (Roma), Cole (Roma), Vidic (Inter), Paletta (Parma), De Sciglio (Milan), Medel (Inter) Lodi (Parma), Hernanes (Lazio), Gomez (Fiorentina), Torres (Milan), Iturbe (Roma).

L' "andamento lento" del campionato è confermato infine dai numeri: mai con i tre punti a vittoria 2 squadre si erano trovate sotto i 10 punti al giro di boa come tocca a Parma e Cesena, posizione che storicamente significa serie B. Non solo: una volta sola da 10 anni la quota per il terzo posto è stata così bassa come i 33 punti raggiunti da Napoli e Samp.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: