Agnelli, il razzismo è da debellare

Il presidente della Juventus, ma non va confuso col campanilismo

(ANSA) - ROMA, 21 NOV - "Il razzismo è da debellare, non ha senso di esistere", ma per eliminarlo dagli stadi "bisogna essere severi": lo ha affermato, in un incontro alla Triennale di Milano, il presidente della Juventus Andrea Agnelli. Però, ha proseguito, "mi dà fastidio che molte delle sanzioni applicate siano legate alla discriminazione territoriale che punisce a mo' di razzismo il campanilismo, che invece fa parte della nostra cultura e non è razzismo. Vanno colpiti i buu, gli altri cori sono nostre peculiarità".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA