Coronavirus: Rally, si va verso rinvio tappa mondiale

Prevista a giugno in Sardegna. Aci, "rivediamo calendario"

(ANSA) - ALGHERO, 25 MAR - La Sardegna, in particolare il nord dell'isola, deve temporaneamente rinunciare alla vetrina internazionale del Rally Italia Sardegna 2020, la tappa italiana del World Championship della Fia, la seconda manifestazione automobilistica al mondo per seguito e interessi economici dopo la Formula Uno. In calendario dal 4 al 7 giugno negli sterrati del Sassarese e della Gallura, con Alghero come base logistica e Olbia a supporto, la manifestazione dovrà necessariamente slittare a causa dell'emergenza sanitaria in atto. Al di là del valore agonistico della manifestazione, per l'isola l'evento è un'occasione di visibilità e di promozione che si spera possa essere solo rinviata al prossimo autunno.
    Così lascia intendere Angelo Sticchi Damiani, presidente di Automobile Club d'Italia e tra i vicepresidenti della Fia: "È ormai evidente come la situazione della pandemia, con la sue diverse modalità di sviluppo da Paese a Paese, renda necessaria una completa rivisitazione del calendario della maggiori serie motoristiche internazionali, compreso il Wrc - afferma il presidente attraverso poche righe affidate al sito di Aci Sport - Automobile Club d'Italia, come federazione dell'automobilismo sportivo tricolore e come organizzatore del Rally Italia Sardegna, si è reso disponibile con la Fia e con la Wrc Promoter a studiare un'eventuale nuova collocazione dell'appuntamento tricolore del mondiale rally". L'obiettivo è "di consentire il regolare svolgimento della serie iridata e salvaguardare gare di grande prestigio e di grande importanza storica, come appunto il Rally Italia Sardegna". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie