Sport: Barelli "scongiurata Iva su attività didattiche sportive"

Presidente Fin: "Il problema ha trovato finalmente la soluzione"

(ANSA) - ROMA, 02 DIC - "Sono soddisfatto.Il problema che ho sollevato con fermezza ha trovato finalmente una soluzione". E' quanto afferma Paolo Barelli, deputato FI, nonché presidente della Federnuoto sul non aumento dell'Iva per le attività didattiche sportive. "La Commissione Finanze della Camera, su mia richiesta, ha corretto il testo dell'articolo 32 del decreto legge del Governo n. 124/2019, che aveva escluso erroneamente 'le prestazioni didattiche di ogni genere' dall'esenzione dell'IVA tra cui anche le attività didattiche sportive". "Il testo ora rettificato reintroduce il comma 20 dell'art. 10 del DPR 633/1972 - prosegue Barelli - escludendo dall'esenzione dell'Iva le sole attività riguardanti le scuola guida come ha stabilito una sentenza della Corte Europea il 14 marzo 2019".
    "Ringrazio le forze politiche - conclude Barelli - che hanno supportato l'iniziativa per individuare la soluzione del problema che rischiava di mettere in ginocchio migliaia di società e associazioni sportive. Va inoltre sottolineato l'impegno del ministro Spadafora e dei colleghi Mariani, Valente e Mancini che hanno compreso la delicata questione e hanno da subito sostenuto l'iniziativa". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA