Giochi '26, Zaia "governance semplice"

Noi abbiamo fatto gli svedesi e loro gli italiani

(ANSA) - LOSANNA, 25 GIU - La gestione di Milano-Cortina 2026 "non deve diventare un ufficio complicazione affari semplici".
    Lo sottolinea il presidente del Veneto, Luca Zaia, all'indomani dell'assegnazione dei Giochi invernali 2026 alla candidatura italiana.
    "Si approfitti anche a livello nazionale, basta con l'odio sociale di chi vede ladri dappertutto: è giusto che si facciano i controlli e bene, ma i controlli in questo momento rischiano di bloccare il Paese, iniziamo ad avere funzionari che non firmano più per paura. Dobbiamo pensare a un approccio nuovo - ha spiegato Zaia a bordo del treno di ritorno da Losanna -.
    Faremo a breve incontri, sette anni sono tanti ma due righe in una pagina di storia". Intanto resta la soddisfazione anche per la presentazione finale. "Abbiamo risparmiato 14 secondi sui tempi che ci ha dato il Cio, noi abbiamo fatto gli svedesi e loro gli italiani - ha sorriso il governatore -. Siamo stati precisi. Abbiamo fatto una scelta controcorrente dal punto di vista scenico, con i duetti".
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA